Questo sito contribuisce alla audience di

Wolski, se non ora quando?

La tripla gara con la Juventus, oltre ad impegnare fortemente la rosa viola dal punto di vista fisico, offrirà opportunità quasi a tutti. Ma è specialmente sotto l’aspetto mentale che Montella cercherà risorse nuove e nella categoria di coloro che qualcosa da dare ce l’hanno eccome c’è sicuramente Rafal Wolski. Il talento polacco è stato forse fin troppo tutelato fino ad ora, nel timore che potesse bruciarsi con un inserimento troppo affrettato. L’ex Legia Varsavia però è da ormai un anno abbondante alla corte di Montella e nelle occasioni in cui è stato mandato in campo in questa stagione ha sempre stuzzicato la fantasia dei tifosi viola. Dopo il gol all’Atalanta in particolare sono subito sorti i primi paragoni eccellenti ed anche nel finale della gara con la Lazio il polacco ha dato la sensazione di poter accendere la luce. Difficile che domani giochi dal primo minuto, probabile invece che venga utilizzato a gara in corso. Anche perchè, essendo fuori dalla lista Uefa, quando dovrebbe cominciare a giocarle le partite importanti questo ragazzo?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

36 commenti

  1. Grazie Montella Con Wolski all’inizio si vinceva

  2. Tutti vogliano il polski in campo, ma non gioc mai. Il problema principale è che molti sperano che la partita si metta male per vederlo giocà, e allora mettiamolo subito almeno si evita gufate

  3. Patrizia nessuno dubita che Wolski sia bravo, ma mica è Baggio (almeno non ancora…)! E con la squadra più forte (e più aiutata) d’Italia mica puoi far giocare gente di poca esperienza.

  4. A me che Montella dia i giovani in prestito mi va benissimo. Basta che poi li richiami a Firenze.

  5. Ora a giugno avremo Alonso, Vecino e Babacar ormai maturati e pronti a farci vincere.

  6. Hulko apparte che nn sono primavera quelli tuoi citati…e l’articolo è su Wolski e noi si vuole lui in campo…i resto nn ci interessa

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*