Work in progress

Lavori in corso in casa Fiorentina: sì, perché queste sono ore concitate e molto presto conosceremo il nuovo (o vecchio allenatore) allenatore gigliato. Dopo aver parlato con Montella, Pradè e Rogg sono a colloquio con il patron Andrea Della Valle che ascolterà cosa avranno da dirgli i due direttori e poi prenderà la sua decisioni. Rispetto a ieri filtra più ottimismo: il tecnico di Pomigliano d’Arco non è irrintracciabile come detto nei giorni scorsi e non è ancora partito per il Madagascar, meta delle vacanze. Da parte sua l’Aeroplanino ha manifestato la volontà di proseguire il rapporto con la Fiorentina: Montella chiede soltanto chiarezza negli obiettivi da raggiungere e nel budget che verrà messo a disposizione per la campagna acquisti. Il contratto in scadenza nel 2017 e la clausola da 5 milioni che ADV non vuole togliere sono ostacoli insormontabili anche per il tecnico viola. I dirigenti viola si sono comunque cautelati e in caso di esonero sono già pronte le alternative: ormai lo ripetiamo da molto giorni, il grande favorito alla successione dell’Aeroplanino è Paulo Sousa, attuale tecnico del Basilea. Quello del portoghese è un nome che non convince molto la piazza fiorentina, ma anche Montella era una scommessa e dopo tre anni possiamo affermare che è stata vinta. Non ci resta che aspettare, work in progress in casa viola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

16 commenti

  1. CARO ADV IL PROSSIMO CAMPIONATO SALTERAI MENO IN TRIBUNA VACCI CON IL CAPPOTTO PERCHè SARà FREDDO…IERI SION-BASILEA 3-0 COPPA SVIZZERA….

  2. SOCIETA RIDICOLA….
    DELLA VALLE VENDETE LA FIORENTINA GLI ACQUIRENTI CI SONO,MA SE NON LA METTE IN VENDITA NON SI POSSONO FARE PROPOSTE DI ACQUISTO NEL CALCIO,….
    VOI LO SAPETE BENISSIMO!!!!

  3. Avanti con Montella e DV e basta!

  4. Ciao rui, purtroppo è tornato alla carica il (cattivo) Bucchioni.

    X fradiavolo
    Montella era all’inizio peró allenava le giovanili da qualche anno e poi aveva iniziato nella serie A che nn è spettacolare ma difficile si.
    Dopo i mesi a Roma nn avrei saputo come goudicarlo, troppe poche gare ma poi ha fatto la gavetta a Catania e molto bene, quando è uscito il suo nome , ero contento,
    Il catania faceva i suoi punti e iocava bene, in quegli anni il catania era già una bella realtà peró comunque cio’ non è un demerito e la serie A resta un bel banchetto di prova, io avrei voluto vedere Stramaccioni o insaghi al catania dopo le giovanili,
    Montella sta facendo un lercorso giusto, da persona seria e capace ,
    Forse sto esagerando con le critiche su Sousa ma nn sono contro di lui e che la fiorentina x lui e come il milan x inzaghi e seedorf,
    Una forzatura.
    Nel basilea ci sta da un anno solo , chi lo sa se si vede già la sua mano? Che stia un altro anno in svizzera e poi vada alla samp o o al genoa , ad un club medio , se nn basso e poi dopo nella quarta forza del campionato.
    Deve fare un passagio intermedio in A, Montella lo fece.

  5. Il silenzio di buck fa bene sperare…

  6. per ricapitolare: Cognigni e Rogg dicono ad Andrea cosa deve dire, cioe’ quello che ha deciso Diego che è…..Montella ormai ha spifferato tutto ma e’ l’unico che almeno non ci fara’ perdere dei soldi ulteriori. Andrea ha deciso che resta Montella.
    Grande ANDREA…..UOMO RIFLESSIVO

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*