Zazzaroni a FN: “La Fiorentina se la giocherà con il Milan, bisogna guardare in faccia la realtà. Sousa sta facendo con quello che ha”

L’inizio di stagione della Fiorentina non è stato dei più facili, come dimostrano gli otto punti raccolti in sei partite di campionato e i soli sei gol segnati. Per provare ad analizzare il momento dei viola, Fiorentinanews.com ha contattato in esclusiva Ivan Zazzaroni, noto giornalista sportivo:

Come giudica l’inizio stagionale della Fiorentina? 

“La Fiorentina è in linea con la squadra che è. Si tratta di un organico fatto con tante idee, di cui alcune abbastanza singolari, ma poche risorse: rispetto allo scorso anno non si è rafforzata, è rimasta stabile. La Fiorentina può vincere contro tutti, ma andare in difficoltà contro tutti. Nella classifica di fine anno vedo i viola dal quarto al settimo posto. La Fiorentina deve puntare ad essere competitiva in ogni competizione e a vincere qualche partita importante, soprattutto in casa. Ci sono quattro squadre che potenzialmente sono più forti: sicuramente Juventus e Napoli, ma ci metto anche Roma e Inter. I viola se la giocheranno con il Milan: capisco che per chi è arrivato tante volte al quarto posto negli ultimi anni possa essere un limite, ma bisogna anche guardare in faccia la realtà”.

A Firenze stanno cominciando a piovere le prime critiche nei confronti di Paulo Sousa. Cosa ne pensa del tecnico portoghese? 

Paulo Sousa sta provando cose diverse in un campionato fin troppo omogeneo, per verificare un allenatore come lui ci sarebbero bisogno di ben altri investimenti. Sta facendo con quello che ha, che non è poco ma non è nemmeno tanto”.

Qual è il modulo più adatto a questa Fiorentina? 

“Non è una questione di modulo, Paulo Sousa vuole giocare con gli esterni come quasi tutti i grandi allenatori a livello europeo e ciò prevede un’unica punta. E’ chiaro che Kalinic da solo è abbastanza marcabile perché adesso lo conoscono e non gli concedono spazi centrali e allora viene fuori il discorso di giocare con un’altra punta: in alcune partite questo può succedere, rinunciando magari ad un esterno o schierando la squadra con un trequartista e due attaccanti di ruolo. Mi sembra, però, che Sousa sia più legato ad una squadra con due esterni d’attacco e una punta centrale”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

17 commenti

  1. francescobellino

    Benissimo, hai ragione, e’un grande.

  2. Zazzaroni dovrebbe occuparsi di danza, è quello il suo mestiere…

  3. Secondo me Zazzaroni è stato anche troppo ottimista nei confronti della Fiorentina.Con questo allenatore viaggeremo dal 7/8° posto al12/13°.

  4. Ribadisco il mio pensiero Zeman

  5. Lo scorso anno mi auguravo che sousa se ne andasse..ma per il suo bene però! Non ha voluto e forse non ha fatto la mossa giusta..o forse gli piace più fare l’allenatore che il selezionatore! Meditate gente..Cmq sia stiamo parlando di un grande allenatore..e non si giudica il lavoro di un allenatore solo per gli scudetti vinti..vedere quel gran incompetente di Mancini per capire il concetto! Meditate gente prima di sfogare la Vs. Rabbia

  6. Fracazzo da Velletri

    Dopo i tanti ragionier Fantozzi ora questo sito è frequentato da tanti romanzieri che vedono golpi dapertutto !!invece di fare i giallisti guardate meglio la Fiorentina in TV, osservate attentamente la disposizione e gli errori dei singoli e del mister,è solo per questo che dopo 7 giornate siamo quattordicesimi in classifica a 7 punti dalla prima! !!realismo non romanzi!!

  7. Ho l’impressione che il PALAZZO domenica scorsa ha già fatto capire cosa sarà questo campionato…vedere Milan – Sassuolo!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*