Questo sito contribuisce alla audience di

L’insolita missione di Corvino

Va a finire che la lacuna più sottovalutata, ma in fin dei conti più evidente, nella stagione della Fiorentina risultano essere le seconde linee, più che l’undici titolare costruito da Corvino la scorsa estate. La squadra viola è infatti più che rispettabile nel suo undici titolare, forse anche all’altezza di una corsa europea (al netto di quanto successo a inizio marzo), ma certamente non lo è sul lungo termine e su una stagione che dura 9 mesi. Quello che manca maledettamente infatti, e lo si è visto una volta di più contro la Lazio, è una panchina degna di questo nome: quando Pioli si gira verso le sue riserve raramente trova qualcuno in grado di avere un impatto effettivo sul match di turno. C’è chi come Cristoforo, Gaspar, Maxi Olivera o Thereau è totalmente sparito dai radar e chi invece viene chiamato in causa, per forza di cose, ma senza risultati soddisfacenti, Falcinelli, Eysseric e Gil Dias. Ecco perché in fin dei conti, in una partita tostissima come quella di mercoledì, più di tanto ai mancati cambi del tecnico non lo si può imputare. Ed è anche su questo che Corvino dovrà agire nel prossimo mercato: se la Fiorentina vuole crescere avrà bisogno di 16-17 titolari (o quasi), i 12-13 di ora (decimati poi da squalifiche e infortuni) sono troppo pochi.

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

17 commenti

  1. Di sette giocatori sopra citati c’è ne fosse uno buono ……………….

  2. @WIN,io ormai ho compreso che tipo sei e non mi arrabbio, ma avrei una domanda. Ce la fai ad esprimere un concetto senza dare do ******* a chi non la pensa come te? Certo di una tua risposta ti saluto cordialmente. Ad majora e SFV.

  3. A parte il fatto che, ovviamente a mio giudizio, mercoledì il nostro mister, che tante volte mi è sembrato all’altezza, poteva inserire Benassi e aggiustare il reparto mettendo un mediano di gamba anziché inserire il pesce fuori d’acqua Falcinelli, e portando Chiesa più vicino alla porta, non è vietato dalla costituzione, si potevano trovare equilibrio e pericolosità. A parte questo dicevo, sono d’accordo anche io. Qualche riserva migliore di quelle che abbiamo no farebbero male. Quanto al fatto che la squadra sia calata, ci andrei cauto con i giudizi. In fin dei conti su tre partite abbiamo affrontato due squadre migliori della nostra, una senz’altro, e una non proprio nettamente. Ricordo anche per i più smemorati che è vero che l’arbitro ha scontentato tutti. Ma di più la Viola!!! Ad majora e SFV.

  4. Alessandro, Toscana

    Ma guardate la foto di corvino in questo articolo, voi vi fidate di uno con quella faccia da cane bastonato ma con occhi furbetti da maneggione incallito, arrogante ed incompetente?
    Io ogni volta che lo vedo sto male se poi è insieme a Gnigni, mi scatta l’ira divina e furente, che cambio subito pagina per evitare di spaccare il monitor!
    Con quello che so di loro la rabbia cresce sapendo che ai 2 suddetti interessa solo riempirsi le tasche sia della società (gnigni) che le proprie (corvino).
    Poveri noi!

  5. Mancano i titolari…basta mettere laurini..biraghi…benissi..e forse anche simeone in panca e le riserve x noi sono di lusso…quattro titolari forti e siamo messi benino direi!

  6. Un saluto a te caro BERNI..FV

  7. Finita la birra , finito l’effetto adrenalitico di Davide, la Fiorentina è tornata ad essere quella di due mesi fa ,io stesso mi ero illuso perdendo di vista il fatto che i miracoli sono cosa rara e non puoi trasformare il cotone in seta , alla panzaleo, ora riprendo il vecchio discorso , tranne tre quattro pezzi , il resto sono roba mediocre. Abbiamo un pessimo calendario davanti in queste ultime partite , ci vorrebbe un’altra punturina di “energy & players quality” per poter ambire a qualcosa !
    Un saluto a Re Leone che non sento da tempo perchè ho avuto qualche problemino familiare !

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.