Questo sito contribuisce alla audience di

Adesso basta!

Federico Chiesa e la squadra esultano sotto la Fiesole. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Il calciomercato non è nemmeno iniziato e i vari tg e giornali sportivi già si sbizzariscono, riferendo di offerte astronomiche e interessi forti per i migliori giocatori della Fiorentina. Su Chiesa, ad esempio, sarebbero già piombate prepotentemente Juventus e Napoli mentre Veretout rientrerebbe nel mirino del Milan. Vero o no, è evidente che se la Fiorentina vuole avere un progetto ambizioso non può cedere ogni estate i propri pezzi migliori. Adesso è il momento di dire basta e di riconsegnare a Firenze il lustro che merita, perché quella viola non deve essere una vetrina di passaggio ma una maglia da onorare e rispettare anche da parte dei grandi campioni. Come lo è sempre stata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

28 commenti

  1. Certo che deve vendere almeno un pezzo migliore per migliorarsi. Lo fa anche la squadra dei gobbi, lo fa il Napoli…vendi uno e compri a seconda di quanto hai incassato 2 anche 3 pezzi che ti mancano per migliorare.
    Vendi Chiesa alle cifre che circolano, ti liberi di quei 7-20 inutili esuberi e prendi Verdi Laxalt Torriera
    Tieni Chiesa, pianti il mercato senza risorse se non un 20 ml e continui comprando 4-6 giocatori alla gaspar olivera cristoforo e con un po’ di fortuna entra un Veretout…però ti tieni sulle spalle un giocatore che non ti puoi permettere che aspetta un anno per andarsene che a gennaio avrà la testa sulla nuova squadra visto che saramo di nuovo nel gruppo mediocre perché non sempre un evento eccezionale (per fortuna) produce effetti positivi. E se non si è capito che quest’anno è andata bene per l’evento eccezionale altrimenti era 10-11 posto allora non si è caputo nulla dello sforzo fatto da questi ragazzi come non si capir nulla di quello fatto a suo tempo da quelli di Sousa dove l’ eccezionalità fu un allenatore che con carisma coinvolse i suoi ragazzi per poi non averne più quando si accorsero che la società remava da un altra parte

  2. Di che stupirsii?
    Di che inveire?
    Ormai sono anni che le politiche plusvalenzistiche dell’imprenditoria Dellavalliana ripete puntualmente le stesse storie.
    La Fiorentina, questa Fiorentina, è un bazar fino a esaurimento scorte.
    Senza grandi investimenti, poiché I fatidici 80 – 100 milioni di talleri spesi la scorsa estate, non sono mai stati tirati fuori.
    Fanno così.
    Piaccia o non piaccia.
    Acquistano con gli esborsi delle vendite. Kalinic a 25 per Simeone a 18 rinnovano, piaccia o non piaccia, e ci guadagnicchiano. Vecino via a 25 e Veretout a meno di un terzo ecc…
    Non che sia sbagliato finché ci azzecchi un pochino e finché la barca va…si dice…
    Quello che io contesto non è questo, ammesso e ben inteso che questa società campi di questo, ma è il grande e balordo lavorio di tutte quelle minusvalenze che da anni finiscono nel cesso portando di fatto a Firenze masnade di ronzini impressionanti.
    Va bene.
    Corvino non può essere demolito a priori, perché ha fatto anche degli acquisti azzeccati. E neanche si possa imputargli il 100% delle riuscite, ci mancherebbe. Ma beccarne 2 su 15 mi sembra evidente!
    E infatti questa rosa è da 8 – 12 posto, con quei tre – cinque, mica fenomeni, ma giocatori interessanti che dalla loro hanno anche fruttato e maturato un buon prezzo che permetta a questa società di garantire conti a posto e risultati sportivi normali, al massimo buoni, là dove l’Europa oggi è diventato il nostro scudetto.
    Va bene.
    Finché durerà finché la barca va.
    Tanto a me non me lo toglie dalla testa nessuno. Fin da subito, svegliatevi, Firenze è stata per I Della Valle un teampolino per provare a mettere le mani su grandi investimenti architettonici: lo Stadio e tutta l’aria commerciale che forse ne verrà fuori.
    Anche qui, senza sborsare un fiorino.
    Io non sono contro I Della Valle, preferirei una proprietà più ambiziosa e più lungimirante sportivamente pstlando.
    Corvino rappresenta il Direttore 2. – 3 = – O.o della nuova generazione.
    In altre parole: è solo un buon mercante che fa tutto di testa propria senza avere una visione calcistica più grande. E non mi si venga a dire che…
    Lui incarna esattamente quello che questa proprietà è.
    Se I Della Valle continueranno, piaccia o non piaccia, il tifoso consapevole, sebbene possa esprimere la sua preferenza, non deve frustrarsi e abbaiare ma capire che questi sono così. E che se stanno a Firenze lo fanno per un motivo più grande del calcio stesso. Comprarono la Fiorentina regalatagli dalle istituzioni: hanno investito coerentemente sempre però in linea con obiettivi ben precisi: ritrovarsi soci gratuitamente di nuove grandi aree commerciali. Per questo quando se uscirono minacciando di vendere io non gli ho mai creduto, soprattutto ora che il lungo iter burocratico pare dare risultato.
    Figuriamoci se mollano l’obiettivo dopo tutto un arco di anni…
    L’intento era chiaro fin da subito.
    La Fiorentina come mezzo per costruire e fare imprenditoria a largo raggio, là dove si è capito che si può anche fare pari calcisticamente parlando guadagnicchiandoci qualche spicciolo tra un lazzo e l’altro.
    Va bene.
    Piaccia o non piaccia.
    Io dico solo che, vedasi Napoli e Lazio, rischiando un po’ e con una visione calcistica più intraprendente si potrebbero ottenere risultati calciatori e piazzamenti migliori.
    A ragione chi dice che De Laurentis stia spendendo per guadagnare con il Napoli Calcio, sua prima fonte di imprenditoria ormai, visto che la famigerata Film Auro faccia incassi miseri producendo una manciata di filmetti all’anno.
    E invece con le plusvalenze monstre e I grandi acquisti…se prima Aurelio il superbo faceva spesucce mediocri a Firenze, Maggio Pazienza Donadel, ora da Napoli passano fior di giocatori che loro stessi coltivano. Tutti pagati dai 12 ai 20 e rivendibili a centinaia…da Cavani Higuain e ora Mertens.
    Vai Panzerotto aspettiamo il prossimo Lazzari, cioé Lazzaro…
    Alzati cammina e gioca: c’è la partitina né per vincere né per perdere.
    Altro che basta!
    Questa è l’impasto.

  3. Etpe stavolta stranamente hai fatto un discorso sensato..vado a montare le gomme da neve …FV

  4. d’accordo al massimo con l’articolo.

  5. Il problema è che se non li vendano questo anno..l’anno prossimo vanno via di sicuro….comunque avess dei dirigenti seri…vendendo chiesa a 60…..si fa una gran bella squadra..il problema è che i soldi vanno in tasca e non sul mercato

  6. Pur essendo spesso lontano anni luce dalle idee del Franchini, devo ammettere che la definizione del condizionale è incondizionatamente da applausi.

  7. Mah…sinceramente è un articolo un po’ strano. Impedire agli altri di fare delle offerte per i propri giocatori mi sembra una cosa utopistica. Si potrebbero staccare i telefoni, i cellulari, togliere la rete internet: così offerte non arrivano. Tra l altro, non capisco come facciano ad arrivare offerte astronomiche, visto che, leggendo altri articoli e commenti, il buon Corvino e il suo scorso mercato sono stai più e più volte denigrati. Vi siete sbagliati? Non ho letto articoli in tal senso da parte di nessuno. Certo che se Veretou, Milenkovic e Simeone vengono cercati forse il mercato non era così scandaloso. Forse l articolo serve a mettere le mani aventi? Del tipo se poi parte qualcuno potrete dire “io lo avevo detto?” Se e così mi ci butto anche io. CHIESA AL NAPOLI. (Così se lo vendono potro dire che l avevo detto, in caso contrario nessuno si ricorderà mai di questo post….giochino più semplice del gioco dell oca).FACCIAMOCI SENTIRE. È ORA DI DIRE BASTA!!!😂😂😂😂😂

  8. Quoto TUTTO!!!! Dignità, onore, orgoglio di essere Viola. BASTA!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.