Questo sito contribuisce alla audience di

“Al Milan per vincere”. Montolivo messo alla porta da Gattuso: l’addio è sempre più vicino

Montolivo in una fase di riscaldamento. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Al Milan per vincere“. E’ stata questa la frase, pronunciata nel lontano 2013 da Riccardo Montolivo, che più ha fatto arrabbiare i tifosi della Fiorentina al momento del suo trasferimento a parametro zero ai rossoneri. Se escludiamo la vittoria della Supercoppa Italiana, occasione in cui non è stato neanche convocato, l’ex capitano viola non ha vinto niente con il Milan e adesso è stato messo alla porta. L’impressione, nonostante sia stato inserito nella lista UEFA per i gironi di Europa League e sia tornato ad allenarsi con costanza e regolarità a Milanello, è che in questa stagione non vedrà il campo nemmeno nel caso in cui il Milan andasse incontro ad un’emergenza totale a centrocampo. Per Montolivo il futuro sembra ormai segnato: tra gennaio e giugno 2019, data in cui terminerà il ricco contratto con il Milan, l’ex giocatore della Fiorentina lascerà i colori rossoneri; troppo ampio lo strappo con Gattuso e la società.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. Ringraziamo il cielo… Per noi è stata una fortuna che Mosciolivo sia andato al Milan, con lui si lottava per la retrocessione… Al suo posto arrivarono Pizarro e Aquilani… Altra stoffa…ed infatti siamo arrivati per 4 anni consecutivi nei primi 4…. Con lui in squadra eravamo da 7° posto

  2. Mi fa quasi pena ….

  3. Quanto godo.

  4. Ci sarebbe il Monza

  5. Chissà, magari se si accorcia un po’ i capelli Silvio se lo porta al Monza…

  6. Il suo scopo era un ultimo contratto milionario e qualcuno ci è cascato, mi immagino cosa sarebbe successo nel caso in cui gli fosse stato rinnovato il contratto a Firenze.

  7. Come godo che vada a giocare nel pergocrema, beneeee!

  8. Montolivo giustizia è fatta, si è comportato malissimo con la Fiorentina, Dio lo ha ripagato facendogli pagare il male che ha fatto alla sua ex squadra, mi sembra che nel cambio da un punto di vista professionale non ci abbia guadagnato, forse dal punto di vista economico qualche soldo in più lo guadagnato, in compenso ha guadagnato la fama da infame, oggi la sua attuale squadra lo ha ripagato con la medesima moneta, ringrazio Dio giustizia è fatta.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.