Questo sito contribuisce alla audience di

Badelj, ora sì che scatta l’ultimatum: la Fiorentina non sopporta più il suo silenzio

Prima la quasi rassegnazione per il mancato rinnovo arrivato prima dell’avvio della stagione appena conclusa, poi la speranza rigenerata dall’imponderabile e infine il temporeggiamento delle ultime settimane: la storia tra la Fiorentina e Milan Badelj non è ancora chiusa, nonostante il contratto in scadenza al prossimo 30 giugno, ma a questo punto, scrive il Corriere dello Sport, si arriverà davvero all’ultimatum da parte del club viola. Sarà quella che scatta domani l’ultima settimana di attesa, dopo che la proposta da parte dei dirigenti gigliati (rinnovo quadriennale da 1,5 milioni a stagione circa) è rimasta di fatto senza risposta. Un silenzio che non sarà più tollerato, perché la Fiorentina dovrà pensare eventualmente agli sviluppi conseguenti anche ad un eventuale rifiuto: per questo la deadline sarà posta entro i prossimi sette giorni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

10 commenti

  1. Questa società non ha alcun diritto di fare la “voce grossa” con nessuno. Si infila da sola in situazioni imbarazzanti e poi aspetta le decisioni altrui. Questo si chiama dilettantismo, scarsa programmazione, poca professionalità: si riducono sempre all’ultimo momento per decidere e queste sono le conseguenze. E la loro storia non ha insegnato nulla, ricadono continuamente nei soliti errori e intanto, noi tifosi, ci dobbiamo accontentare che la nostra squadra abbia i bilanci a posto, che il conto corrente dei Della Valle, aumenti, che Corvino ci ricordi sempre quante champion’s e quanti scudetti ha vinto.

  2. Se non si riesce a dare due milioni a Badelj come6si può immaginare di aumentare il tasso tecnico della squadra. DV sparite

  3. E’ da due anni che Badelj vuole andarsene,quindi aspettiamo serenamente la scadenza e poi vediamo….ne’ i giocatori ne’ questa societa’ possono permettersi di dare lezioni di etica a nessuno.

  4. Caro Badelj se vuoi rinnovare farlo senza pensare alla disgrazia del capitano…..altrimenti dirlo e levati dalle p…e……te aspetti sino all’ultimo giorno con la speranza che qualcuno ti dia un buon contratto…ma penso che la fila non ci sara’……sei un giocatore che non sposta gli equilibri in una squadra forte…….

  5. CISKO NUMERO UNO..FV

  6. una società di calcio non può essere considerata come un azienda, o quantomeno devi avere una società presente e un direttore sportivo competente,preparato,affarista e intransigente e che sa parlare…noi non abbiamo niente di tutto ciò! TARE,MAROTTA,SARTORI,MONCHI,DE LAURENTIIS,PRADE,….

  7. Considerazioni sacrosante.
    Fin quando rimane Corvino il nostro modo di operare sara’ sempre questo e il mondo intero ci prendera’ per le mele. Al peggio non c’e’ mai limite!

  8. ACF ha paura di pagare gli stipendi da 2mln a stag….è un dato di fatto.

  9. Situazione ridicola e che si ripropone di continuo. Come al solito si lascia il manico del coltello a giocatori che fanno il loro comodo in attesa di un offerta migliore. Che pena.

  10. Il contratto di Badelj scade il 30/6 e lui non ha nessun obbligo verso la società e quindi può tranquillamente essersi accordato con chiunque e vincolarsi a chi vuole dall’1/7.
    L’unico obbligo – se cosi vogliamo dire – sarebbe quello morale verso la società ACF Fiorentina. Però diciamo la verità : il calciatore è umano e sarà giustamente risentito verso una società che ha trattato malissimo alcuni suoi ex compagni e amici .
    Quindi se Badelj ripaga della stessa moneta non mi stupisco!!!
    Detto ciò;: non continuerei con lui.
    Un bravo DS deve capire quando è il momento di salutare un calciatore
    Non bisogna aspettare l’annata tragica e negativa, ma bisogna anticipare i tempi e capire quando è il momento.
    Le frequenti defaillances di Badelj nella ultima stagione mi convincono che è giunto il momento di cercarne un altro al suo posto.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.