Questo sito contribuisce alla audience di

Bagno di sangue?

Uno degli esuberi presenti nella rosa della Fiorentina è Riccardo Saponara. A Firenze da diciotto mesi, l’ex Empoli non ha rispettato le aspettative sul suo conto ed è riuscito a dare il suo apporto soltanto dopo la tragedia di Davide Astori, nell’ultima parte di stagione. Il cambio di modulo poi, l’ha di fatto messo alla porta della società di viale Manfredo Fanti: lui, trequartista puro, non ha né il passo né la forza per giocare nel 4-3-3 di Pioli, sia da mezzala che da esterno d’attacco. Per questo la cessione è l’epilogo scontato di una storia d’amore mai sbocciata e che non vede spiragli per una possibile riapertura. Sul calciatore c’è l’interesse di diverse squadre, tra cui Sampdoria, Cagliari e Bologna: vada come vada, per la Fiorentina sarà un bagno di sangue. Questo perché nessuna squadra è disposta ad investire sul giocatore i nove milioni di euro spesi da Corvino per portarlo in riva all’Arno: probabile che la formula con cui saluterà Firenze sarà un prestito con diritto di riscatto ad una cifra attorno ai sei milioni di euro, una minusvalenza certa per le casse della Fiorentina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Mica tutti possono diventare plusvalenze ,il calcio si fa anche per sport, per lottare possibilmente vincere portare trofei appassionare e far gioire i tifosi ,non prendete per esempio la Fiorentina dei DV ,ma quasi tutte le altre società.

  2. Minusvalenze e plusvalenze così è la vita. Come le ciambelle… Mica tutte riescono col buco.

  3. Se venisse ceduto a 6 milioni , non ci sarebbe contabilmente nessun minuscolo valenza i tre milioi di differenza sono già stati addebitati in bilancio. In un caso di scambio la,minuscola valenza sparirebbe per effetto del pari valore del cambio. In ogni caso Milan Inter Roma Napoli hanno,minusvalenze molto ma molto superiori che però vengano,( se possibile ) azzerate dalle plusvalenze.

  4. Se devi fare una minusvalenza, tieni quello che ti fa perdere meno fra lui ed esseryc.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.