Barak: “A Firenze ho ritrovato degli stimoli: non vedo l’ora che sia pronto il Viola Park, noi come il Tottenham. Italiano? Solo Guardiola fa più possesso palla”

Il centrocampista della Fiorentina, Antonín Barák, ha parlato a isport.blesk.cz durante il ritiro con la sua nazionale del suo momento personale e del suo ambientamento in maglia viola. Inoltre, ha commentato il futuro Viola Park. Ecco un estratto delle sue dichiarazioni:

“Ho ritrovato degli stimoli andando a Firenze, con un inizio in cui sono stato subito schierato titolare dall’allenatore. Sto migliorando e mi sento bene fisicamente e mentalmente. La Fiorentina è un club fantastico: la gente viene alle partite in massa, c’è una bella atmosfera allo stadio e tanto sostegno”.

Sul Viola Park: “Nei prossimi mesi sarà inaugurato il più grande centro sportivo d’Italia, come quello del Tottenham. Avremo a nostra disposizione uno dei centri di formazione più grandi al mondo, il che è un enorme vantaggio. Ho visto anche dei video per farmi un’idea di cosa aspettarmi. È una bomba, non vediamo l’ora che sia pronto. Alzerà enormemente il potenziale del club e del calcio italiano”.

Infine: “Per quanto riguarda lo stile di gioco, sono estremamente soddisfatto. Vincenzo Italiano vuole giocare un calcio offensivo, dominare col possesso palla. Secondo i dati, siamo quinti in questa statistica in tutta Europa. Ci sono solo il Manchester City e altre tre davanti a noi: è fantastico”.

Articoli correlati