Questo sito contribuisce alla audience di

A.A.A. cercasi attacco viola: Simeone disperso e isolato e poi… il vuoto

24 partite, 33 gol fatti, poco più di 1 a partita ma appena 7 nelle ultime 9, dove la Fiorentina ha faticato non solo a segnare ma anche a creare occasioni, o quantomeno a sfruttarle. Il problema del tiro in porta è oggettivo e spesso dà vita a gare sonnolente, nelle quali manca quasi sempre l’uomo in grado di dare una svolta al match con una giocata fuori dagli schemi. Ci era riuscito Chiesa a Bologna ma il suo rappresenta un episodio isolato ed emblematico della continuità che ancora manca al talento viola. Là davanti la solitudine di Simeone è quasi esasperante, l’argentino non riesce oggettivamente a fare reparto da solo e finisce per risultare disperso il più delle volte, senza riuscire a calciare verso la porta o a impensierire la difesa avversaria (come faceva Kalinic ad esempio). E poi a suo supporto raramente arriva qualcuno, perché Benassi e Veretout si inseriscono di rado (o quantomeno di rado lo fanno con efficacia) sui mille traversoni messi in area, mentre Thereau e Gil Dias sono quasi allergici al tiro in porta. Insomma, finisce per diventare una situazione insostenibile da qui a fine stagione se Pioli non troverà soluzioni alternative: con Falcinelli in coppia con il Cholito o con qualche calciatore che dia sostegno ad un attacco a dir poco sterile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

18 commenti

  1. Caro il dubbio, concordo con te. Ma che ci vedono in Simeone (l’unica cosa che dicono è che corre. e spesso a sproposito, dico io) alcuni nostri amici tifosi della viola che pensano che diventerà un grande attaccante ? In base a cosa ? al cognome che porta ? perché tecnicamente non ha nulla che lo possa far penesare. io trasecolo se penso che abbiamo scucito quasi 20 (dico venti) milioni per potarci a casa un signor nessuno.

  2. Verissimo che Simeone non è una prima punta ma è anche peggio come seconda perchè il suo ruolo non è fare la punta: il suo vero ruolo sarebbe il magazziniere. Ma chi straparla di seconda punta lo sa che una seconda punta è uno che da del tu al pallone (Simeone no), che ha dribbling (Simeone no), che è veloce (Simeone no), che tira da lontano (Simeone no)? E quelli che dicono giovane ed inesperto lo sanno che ha quasi 23 anni e che alla sua età (anzi un anno in meno a Parma) ed in una Serie A nolto più seria Gilardino fece 23 gol? Lui non era giovane ed inesperto?

  3. Simeone e Chiesa sono fortemente danneggiati da un’impostazione di gioco estremamente lenta che non permette di sfruttare la loro agilità e velocità. Come ai tempi di Sousa e Montella, il sistema di gioco adottato da Pioli è impostato su mille inutili fraseggi nella nostra metà campo così da costringere le punte e gli esterni a giocare contro difese schierate e organizzate. Se Pioli continua così, non c’è niente da fare e segneremo goals con il contagocce sprecando energie a profusione. Vedasi la presa di posizione di Spalletti con Borja Valero nell’ottica di velocizzare maggiormente in gioco dell’Inter.

  4. Ma volete capire che Simeone è come Ulisse cioè NESSUNOOOOOO

  5. SECONDO ME SIMEONE VA SOLO MESSO NELLE CONDIZIONI DI SEGNARE….E DEVI DARLE SOSTEGNO NON LASCIARLO DA SOLO A FARE A SPORTELLATE CON TUTTI….LUI DEVE GIOCARE SUL FILO DEL FUORIGIOCO E RIVOLTO VERSO LA PORTA NON DI SPALLE, CONE FANNO TUTTI GLI ATTACCANTI DI SPESSORE…MA POI VA SERVITO ADEGUATAMENTE….

  6. PROX ANNO VORREI DRAGO MILENKOVIC PEZZELLA ASTORI LAXALT BADELJ BENASSI VERETOUT DIAS BALOTELLI CHIESA

  7. Qualcuno dica a Corvino di comprare Guilherme del Benevento questo è un buon giocatore da 4/3/3 oppure 4/2/3/1 i moduli che ama Pioli SFV i campani l’hanno preso a parametro zero ha già fatto 4 reti e non è una punta

  8. Non mi sembra che la squadra produca molte palle gol. Lui soffre questa situazione molto di più di altri bomber, ha bisogno del gioco di squadra per segnare.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*