Questo sito contribuisce alla audience di

Cinque anni e mezzo di reclusione a Vittorio Cecchi Gori dopo il crac da 24 milioni di euro della Safin Cinematografica

Cinque anni e mezzo di reclusione per il crac da 24 milioni di euro della Safin Cinematografica al produttore ed ex presidente della Fiorentina, Vittorio Cecchi Gori, che in primo grado era stato condannato a sei anni: la sentenza emessa dalla II Corte d’appello di Roma – scrive il Corriere dello Sport – presieduta da Barbara Callari, ha tenuto conto della prescrizione di uno dei reati contestati.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. Le arance le dovremo portare anche ai nostri sogni che sono stati ingabbiati da quei carcerieri dei Della Valle; questa è bellissima, non è vero, Angelo?

  2. s69,dove lo hai imparato codesto gergo da uomo d’onore?

  3. PER ETÀ ANAGRAFICA E SALUTE CAGIONEVOLE IL GRANDE VITTORIONE NON SI FARÀ NEANCHE
    1 GIORNO DI PRIGIONE…
    CI MANCHEREBBE….NENCHE IL CAVALIERE COLPEVOLE DI REATI BEN SUPERIORI HA GLISSATO….DV È INNOCENTE SU TTUTTO?….SICURAMENTE CI DOVREBBE ESSERE UN REATO CHE PUNISCE LE PROPRIETÀ PIÙ RICCHE DELLA STORIA DI UN CLUB CHE LASCIANO IL MEDESIMO A ZERO TITOLI ZERO AMBIZIONI E ZERO PASSIONE

  4. Giusto s69…FV

  5. Chi gioisce per un carcerato, è un infame dichiarato.

  6. chi lo rimpiange fra un po’ andrà a portargli le arance a rebibbia

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.