Questo sito contribuisce alla audience di

Cognigni: “Della Valle verrà a Moena. Senza la cessione di Alonso saremmo stati sanzionati. Volevamo fare le magliette come quelle del Real”

Il Presidente esecutivo della Fiorentina Mario Cognigni, insieme ad Elena Turra, responsabile della comunicazione viola, ha partecipato alla cena di fine anno del Viola Club Scoglio-Nati dell’Isola d’Elba.

Il numero uno viola ha parlato di tutti quanti gli aspetti del mondo Fiorentina, senza risparmiarsi ed in maniera anche piuttosto diretta.

Su Andrea Della Valle: “Faccio fatica a pensare che non verrà a Moena. Credo che sia stata solo l’amarezza del momento, perché ingiustamente non gli sono stati riconosciuti impegno e risultati raggiunti. Ma io che lo vedo sempre, posso confermarvi che mi chiede continuamente della Fiorentina. Passione? L’abbiamo sempre messa, la Proprietà prima di tutti, altrimenti non si sarebbe insieme da tutti questi anni”.

Sul famoso ‘buco di bilancio’: “E’un buco nero o cos’altro (ride, ndr)? A parte gli scherzi, ora siamo messi molto meglio, ma se non avessimo venduto Alonso saremmo stati penalizzati come successo a Roma ed Inter, in ottica di regole del Fair Play Finanziario. Corvino ha provato fino alla fine a vendere qualcun altro e, non essendoci riuscito, abbiamo dovuto cedere Alonso, per una bella cifra, che ci ha permesso di metterci in regola. Secondo le ultime indagini siamo la società calcistica più solida in Italia, anche più della Juventus che ha i suoi debiti. Ricordiamoci però che non abbiamo la forza economica di Milan ed Inter. Noi siamo la Fiorentina dei Babacar, Bernardeschi, Chiesa, Sottil e dei tanti altri che verranno”.

Poi una battuta sulla Juventus: “Abbiamo chiesto al nostro fornitore di cambiare il colore del Viola per farlo come quello del Real Madrid, dopo le parole pronunciate da Buffon nel pre finale di Champions, ma ormai le nuove magliette erano pronte e non è stato possibile”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

22 commenti

  1. Il problema sono gli incompetenti che pensano che una società come la nostra possa investire ancora su profili alla Gomez, che fomentano e piangono tutto il giorno tutti i giorni… Se non lo avessi ancora letto caro @cisko a me dei dv e gnigni mi importa una beata fave…mi fa solo godere come un porco quando vi ride in faccia e x un secondo (tipo pesci rossi) vi rendere conto di chi siete xD

  2. I TIFOSI DA TASTIERA NON VALGONO UN *****
    DIRETE SI IO HO SCRITTO CON LA TASTIERA,SI MA NON CAPIRETE…

  3. Per favore non lo fate parlare. Spara solo caxxxte.
    Ma ancora per quanto tempo ci vorrà prender e per il “naso”?

  4. Il problema sono questi club di tifosi lecchini.
    Finché ci saranno sarà consentito a Gnigni r ADV di passeggiare per strada e di continuare a raccontarci menzogne e prenderci per il c***.

  5. Quest ‘anno niente abbonamento uomo nero.

  6. Ritratto d’un genio via…

  7. Ora via rimessi tutti in riga da gnigni…cercavate l’appiglio ma ha parlato come un libro stampato (peraltro concetti molto semplici che avevo esposto perché puramente intuitivi)…gnigni così devi parlare semplice sennò non capiscono, devi ricordarti che alcune persone hanno dei problemini. In sostanza squadra da rifondare x lo spogliatoio a puttane lasciato dal portoghese, Berna o lo vendi ora o mai più Valero decide lui Rodriguez non ha firmato ed è a spasso..semplice era sotto gli occhi di tutti…alcuni non vedono altri non vogliono. Dai via…atletica? basket?

  8. Al viola club SCOGLIO -NATI
    hanno invitato il presidente
    RINCOGLIO- NITO.

  9. RUI FELIPE,perché i DV vadano via ci vogliono i soldi,tanti soldi Ciccio. Gli stranieri non ci comprano e gli italiani son più pezzenti dei DV,parecchio più pidocchiosi di loro. Quindi fai te due calcoli e poi trai le conclusioni.

  10. Ecco perché lo stadio si svuota!! Tifosi (???) come Berni e company sono più a loro agio a commentare partite a briscola al bar più che supportare la propria squadra!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.