Questo sito contribuisce alla audience di

Cognigni: “Noi i campioni ce li facciamo in casa. Non faremo più acquisti senza avere un ritorno”

Il presidente esecutivo della Fiorentina Mario Cognigni ieri ha incontrato i tifosi viola al Bar Marisa e il Corriere dello Sport-Stadio ha riportato le sue parole: “La gara con la Juventus, per Firenze, da sempre è una partita che fa storia a sé. I numeri raccontano di una corazzata, quella bianconera, molto forte, ma questa non è una gara normale. Può succedere di tutto. Il campionato italiano è cambiato. Rispetto a 4 o 5 anni fa è tutto diverso. La Fiorentina è stata il primo club a portare avanti la disciplina del fair play finanziario e adesso anche in Lega, sono tutti concordi. Il rischio è vedere stravolti i valori, per questo la nostra politica, e ormai non più solo nostra, è quella di farci i “campioni” dentro casa. In che modo? Con i ragazzi del settore giovanile: prendete Valencic, è un centrocampista sloveno di 17 anni. Si sentirà presto parlare di lui. Il messaggio è uno solo: se io devo rincorrere un sogno, vincente, la strada più concreta, è costruirmelo in casa. Per questo non ci tireremo mai indietro: se individuiamo un talento in erba e se anche il suo prezzo sul mercato, è importante faremo di tutto per potercelo assicurare. Perché non è che più costa, un giocatore, più è bravo: adesso si è ingenerato il convincimento che tutti hanno campioni, ma non è così. Le operazioni devo essere interessanti dal punto di vista finanziario, che non è quello numerico. Il mercato? La Fiorentina sa già dove muoversi. E, cosa più importante di tutte, ha la forza per difendere i propri campioni, compresi Bernardeschi e Chiesa. Kalinic? Non si è fatto avanti nessuno concretamente. La filosofia della proprietà e che stiamo portando avanti è semplice: non vogliamo indebolire la squadra, ma al tempo stesso non è più il momento di comprare senza avere un ritorno. In passato, ci abbiamo provato. Per Gomez e Rossi sono stati fatti investimenti importanti che avrebbero potuto cambiare qualcosa: poi, la sorte ci ha messo lo zampino. Perché, se solo in una stagione di quelle che hanno vissuto con noi tutto fosse filato liscio come speravamo nei nostri progetti, avremmo avuto ritorni anche sul piano economico, magari anche con una qualificazione in Champions. Sono cambiati gli interpreti in campo, ma il nostro modo di pensare è esattamente lo stesso. Badelj al Milan? Ho scherzato con Galliani in Lega. Fare affari sul mercato, adesso, è complicato per tutti e noi ripetiamo sempre lo stesso discorso: non intendiamo indebolire la nostra rosa, perché in questa rosa noi crediamo. Vogliamo proseguire nel segno della continuità che il nostro comparto sportivo sta portando avanti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

39 commenti

  1. Ogni volta che parla Cognigni ha il potere di ammazzare il Sogno
    Fate parlare solo Giancarlo che è meglio

  2. ma questo deve sempre parlare nei momenti meno opportuni? che stia zitto, basta con quest’uomo!! testa a vincere stasera!!

  3. serve un giusto compromesso e la viola comunque non e che comprava campioni ma cercava di costruirseli con giovani (lajic, neto, jovetic e Cuadrado ad esempio o con giocatori da rilanciare(salah o rossi stesso che veniva dagli infortuni)che poi erani le due cose che poteva fare visto che nessuno pretende colpi da 50 milioni o pensa che siamo la juve.
    Ma qui impressione e che cercano solo profitto e che neqncue quello massimo.
    Vedi lajic , neto etc e poi gomez e rossi so domemtoca sempre cje sono arrivati con i soldi di jovetic e lajic. Neanche tutti ma all epoca reinvestivano invece con alomso e Cuadrado no. Questa é la differenza. Che hanno tagliato proprio il filo che ci poneva sopra l ‘ udinese e vicini alle grandim

  4. Beh S69,ognuno può leggere le parole di Cognigni come meglio crede. Io le interpreto non come te,ma in maniera più oculata. Una società come la nostra deve stare attenta a chi compra,perché se prendi Semioli a 7 milioni e un anno dopo vale 3,se prendi D’Agostino e Felipe per 16,5 milioni totali e poi li devi cedere a 3 milioni totali,se prendi Rossi a 14 milioni e Gomez a 18 milioni e poi ti si rompono entrambi,non portano nessun risultato e li devi dare via gratis il primo e per pochi spiccioli il secondo,oltre ai super ingaggi lordi che avevano,allora siamo nella cacca per tre o quattro anni. Infatti quel fantomatico buco di bilancio di 48 pippoli risale al 2014,e ci sono voluti tre anni per portarlo sotto i 10 milioni attuali. Ecco perché venderei Kalinic anche a 38 milioni,pareggerei il tutto,potrei anche spendere una ventina di milioni abbomdanti e non avere più problemi. Ovviamente da oggi in poi,solo profili sotto i 26 anni,anche con un discreto costo ma che poi potrebbero arrivare a valere il doppio per continuare a ricomprare giocatori di quel tipo,e ragazzi usciti dalla nostra primavera. In pratica quello che fanno da anni Atletico e Siviglia. Lo so che te non ci credi più a quel che ho scritto,ma io invece sono ancora più che fiducioso. Saluti

  5. Siamo proprio alla frutta . La nostra Viola con Una proprietà che conta solo i soldi senza un sentimento o una voglia di conquistare anche una pur misera coppetta sarà sempre e cque destinata a nn vincere mai niente..Ma xche’ nn cercate qualcuno che la possa acquistare dove almeno rientrate dei vostri soldi e vi levat dai c….. Siete solo una banda di buffoni e incompetenti nn posso che augurarvi il peggio..

  6. Ma non capite che oggi non basta più??? Poteva fino a 2/3 anni fa ora no xche stanno crescendo tutti e noi no… Juve Milan e Inter hanno ora capitali importanti… Il Napoli pure… Poi ci sono Cairo e Lotito che cedendo bene Hanno più soldi di noi…un progetto di giovani oggi lo si fa per vendere presto xche non puoi garantirgli quegli ingaggi tenendoli e se non lo fai affondi… bernardeschi che dice tanto di amare la maglia credete che resterà a queste cifre??? Totti rimase alla roma perché? Perché lo coprirono d’oro!!!!

  7. Ma compratevi l’Asculi calcio!!!….

  8. …significa che siamo un supermarchet, prenderanno giocatori all’ingrosso e su ogniuno di essi metteranno codice a barre con il prezzo (naturalmente con il relativo ricarico). Nn escluderei nemmeno che possano fare anche il volantino da inviare a società ricche in cui vengono illustrate speciali promozioni, tipo “se compri un giocatore da 30 milioni di clausola e uno da 10, quello meno caro lo paghi ha gennaio prossimo in 36 comode rate a tasso zero !!”

  9. Dammi retta gnini..comprati na cesta e portala con te stasera.Osserva bene con i citrulli foulardati come giocano le vere squadre di calcio e soprattutto goditi la difesa del tuo squadrone.Dimenticavo però che sei triste triste per il buco dei 48 milioni , ed allora ti dico coraggio , con berna farai una bella plusvalenza.

  10. Nn fare più acquisti senza un ritorno, significa che siamo un s

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.