Questo sito contribuisce alla audience di

COLPO BASSO A GRANDE CAPO NARDELLA: “DELLA VALLE, QUELL’INCONTRO S’HA DA FARE”. UN ANNUNCIO TUTT’ALTRO CHE INASPETTATO

Un colpo basso. Sono in molti all’interno di Palazzo Vecchio ad aver visto così l’annuncio fatto dalla Fiorentina di non rispettare il termine ultimo del 31 dicembre per presentare il progetto definitivo per lo stadio nuovo e la Cittadella Viola, così come concordato con il sindaco di Firenze, Dario Nardella. Appuntamento rimandato a maggio e ulteriore proroga che la Fiorentina in pratica si è presa unilateralmente.

In un altro momento storico magari qualcuno si sarebbe fatto anche una risata sopra. Adesso no, anche perché le elezioni amministrative incombono e Nardella voleva presentarsi all’appuntamento con molto più che un pugno di mosche in mano, sia su questo tema, che sulla tramvia che sull’aeroporto. “Un incontro chiarificatore coi Della Valle s’ha da fare a tutti i costi”: le diplomazie sono già all’opera per vedere di sbloccare questa situazione e per concordare un incontro ai massimi livelli per evitare che tutto possa degenerare.

Però è bene specificare qualcos’altro. Qualcuno è caduto dal pero dopo aver letto le parole del comunicato della Fiorentina, ma l’annuncio di un rimando a maggio era tutt’altro che da considerare inaspettato. A luglio, durante il ritiro di Moena, Andrea Della Valle aveva già lanciato la bomba e in tutti questi mesi non è che il Della Valle-pensiero sia minimamente cambiato sull’argomento. Semmai qualcuno aveva sottovalutato la portata di quelle dichiarazioni e non aveva dato il giusto peso a quello che aveva anticipato il proprietario (assieme al fratello Diego) del club viola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

28 commenti

  1. Grottaferrataviola

    Per Alessandro Toscana….il compratore c’era ma ha deciso di spostare gli investimenti su Roma…tutto questo grazie alla retromarcia di don Diego della fuffa…..

  2. Per completezza di informazione dovrebbe la redazione scrivere che si chiede un progetto, che costa molti milioni di euro, senza avere a disposizione l’area su cui fare il progetto. Prima si mette a disposizione l’area, poi si fa il progetto, da qui i rinvii richiesti ed i soliti pesci abboccano e si scagliano contro i DV.

  3. Qualcuno sarebbe disposto a spendere 10 milioni di euro per poi trovarsi probabilmente in mano un pugno di mosche? Come è bello rischiare i soldi degli altri, magari per poi parlare di inadeguatezza e farci del sarcasmo

  4. Alessandro, Toscana

    Max sono i DV a bleffare, e lo fanno da molti anni!
    Il comune ha fatto tutto quello che doveva A NORMA DI LEGGE!!
    Se non facevano così c’era la magistratura pronta ad intervenire, vedi Castello 10 anni fa.
    Le proroghe le hanno chieste i DV, ed il comune le ha concesse ma NON PUÒ DARNE ALTRE A NORMA DI LEGGE, lo capisci?
    Se ci sarà l’ok definitivo alla nuova pista ai primi di novembre, la giunta approva il PUE ed allora i DV getteranno la maschera, e te Max gobbo resti con le ciabatte costose in mano, perché i DV vendono e si levano di torno…E noi si festeggia la loro uscita definitiva!

  5. Pio Canti Senefreghetti

    Nardella potrà anche bleffare non si sa ,cosa sappiamo di sicuro è che i DV lo fanno da 16 anni e non solo per lo stadio ecc ma in tutto quello che hanno detto di fare per la Fiorentina ,per Firenze no perché non hanno mai detto di fare o fatto niente !!! .

  6. Tifolamagliaviola

    Ha ragione Barabba

  7. Questi non hanno intenzione di costruire lo stadio consenso o non consenso all’allungamento della pista dell’Aeroporto , poi se non erro il ministero dovrebbe dare la rispetto nel mese di novembre e allora se fosse positiva e il termine scade per il progetto il 31 dicembre non vedo perché dover spostare il tutto a maggio , visto che se non ricordo male sono stati i DV nel spostare a dicembre di quest’anno il progetto .
    Continuo nel ritenere che questi signori buttano fumo in faccia da ormai molti anni .

  8. Nardella bleffa perché si avvicinano le elezioni e presentarsi col cerino in mano gli costerebbe caro. L’Amministrazione comunale ha utilizzato in questi anni la politica del rinvio continuo delle decisioni per cui ancora non si sa quando e dove andrà a finire la Mercafir, il PUE doveva essere approvato a Primavera, poi a Settembre ora a Novembre. Poi c’è la questione infinita dell’Aeroporto per il quale si attende la fine della Conferenza dei Servizi rinviata più volte. Poi c’è la questione della costruzione delle Mercafir: chi paga? Nel comunicato della Fiorentina si fa chiaramente capire che la Società non ha mai chiesto lo spostamento della Mercafir per cui non vedo perchè dovrebbe provvedere a ricostruirla con i propri soldi. Quale imprenditore sarebbe disposto a investire 400 milioni di Euro senza sapere se il progetto si può fare o meno e senza conoscerne i tempi? Io dico nessuno. E la responsabilità è tutta della Giunta comunale.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.