Questo sito contribuisce alla audience di

Corvino studia il piano Berardi. Le ragioni per cui l’attaccante potrebbe accettare Firenze

Pantaleo Corvino sta studiando un piano per portare Domenico Berardi alla Fiorentina. Lo scrive stamani Il Resto del Carlino. Firenze è una piazza che al giocatore potrebbe piacere per tante ragioni. Intanto Berardi comporrebbe un tridente molto interessante e sbarazzino con Chiesa e Simeone. Poi c’è l’amico fraterno Benassi presente nella rosa dei viola. Corvino, si legge ancora sul giornale, si augura che questa storia abbia esiti diversi rispetti a quelli di Di Francesco che fece visita a casa sua, ma alla fine firmò per la Roma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. BERARDI DESTRO E BALOTELLI SONO TESTE BACATE e peggio sono quelli che li vogliono in VIOLA…mele marce che rovinano il buon spogliatoio che è nato..FV

  2. Corvino non riesce a non andare su mezzi giocatori, dalla psiche debole, dal carattere ancora più debole, discontinui e che hanno già fallito, oppure su scommesse (regolarmente perse…)… un genio….

  3. 4-3-3:
    (P) TOLDO;
    (D) Benassi, Pezzella, UJFALUSI, Biraghi;
    (C) Dabo, RUI COSTA, Veretout;
    (A) F. Chiesa, BATISTUTA, G. Simeone

    È TEMPO PER SCUDETTO, SONO STANCO DI ASPETTARE !!! FORZA VIOLA

  4. Ma Di Natale era una punta centrale, che c’entra con Berardi? Berardi in Serie A è entrato in campo in 141 partite segnando 47 reti e distribuendo 35 assist vale a dire una media di un gol ogni 3 partite che significa segnare in doppia cifra. E nei primi due anni di Serie A ha segnato rispettivamente 16 e 15 gol. Dopo è stato bersagliato dagli infortuni e soprattutto ha dovuto assorbire la delusione di essere dovuto rimanere al Sassuolo pur essendo in pratica in mano alla Juve. E’ ovvio che dal punto di vista caratteriale non è stato il massimo ed è per questo che la Juve non lo ha voluto ma deve ancora compiere 24 anni. E se Simeone lo paghi 18 milioni allora Berardi ne vale 30 non certo 12-13.

  5. Berardi, s evenisse davvero a Firenze, sarebbe perché le grandi lo hanno mollato, alla luce di quello che Berardi veramente è.
    Si riproporrebbe l’operazione Benassi: nome un po’ altisonante, le cui gesta sportiva nella realtà del campo però lasciavano molto a desiderare per impiego e rendimento.
    Berardi è una chimera, di cui, a quanto sembra, anche il Sassuolo sta iniziando a volersene disfare.
    Come dire: o ora o mai più, se lo si vuole capitalizzare.
    Se Berardi continua a fare questi campionati insulsi, tre gol di pregevole fattura, tra latitanze, svenimenti, e infortuni, ecco che diventerà difficile rivenderlo a decine di milioni.
    A certe cifre non vedo come la Fiorentina lo possa acquistare: se invece è già svalutato di molto, perché i suoi risultati, si diceva, sono alla luce di tutti e di tutto, ecco allora si potrebbe rischiosamente buttare 15-20 milioni per un giocatore che, alla resa dei fatti, non è mai riuscito veramente a esplodere.
    I giocatori che esplodono giocano interi campionati a grandi livelli: non tre partite su 25.
    Berardi io non lo prenderei mai: discontinuo, mezzo rotto.

    Il suo reale valore sarebbe di 12 – 13 milioni, rispetto ai 40 – 50 degli anni passati.
    La Fiorentina dovrebbe spendere qualsiasi cifra per Berardi?
    A che pro?
    Per dirsi e dirci che si tratterebbe di un campione – che ancora non è e chi sa se lo diventerà mai?

    Che stia attento il Sor Domenico….
    Oggi ancora – e non si sappia per quanto – il suo valore gode di un certo “campare di rendita” per le valutazioni iperboliche che ne facevano in passato.
    Smettiamola di valutarli per fenomeni questi buoni giocatori discontinui che fanno al massimo una decina di reti.
    Allora i Di Natale che cosa erano? Extraterrestri? Valevano 1000 miliardi di talleri?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.