Questo sito contribuisce alla audience di

Cronaca di un pomeriggio folle: il racconto di un tifoso. Ma adesso seguiamo la linea Pioli che è meglio…

MOENA – Sembra sia stato un petardo a far accendere la miccia (letteralmente) tra le due “fazioni”. Alle 17 circa di questo pomeriggio al Viola Village di Moena è successo l’inimmaginabile. I supporters del Venezia erano appostati al centro del piazzale dove tutti gli anni vengono allestiti gli stand che compongono il ‘Village’. Dopo l’esplosione dell’ordigno, all’interno del centro adiacente al campo si è scatenato lo scontro tra le due tifoserie. Per fortuna i bambini sono stati messi al sicuro o al di fuori del Village o addirittura all’interno dello stand adibito agli abbonamenti.

Le forze dell’ordine hanno riportato l’ambiente alla normalità, ma due tifosi veneziani sono rimasti feriti, fortunatamente in modo non grave. In esclusiva a Fiorentinanews.com un tifoso viola in vacanza a Moena con la famiglia ci ha raccontato la paura di quegli attimi: “Sono ancora scosso da quanto è avvenuto. Sono 20 anni che seguo la Fiorentina e non mi era mai capitato di vedere niente del genere. Non eravamo allo stadio, ma in un posto dove c’è sempre la presenza di molti bambini. Poteva succedere di tutto. Ho dovuto prendere mia figlia quasi di peso per portarla in macchina. E’ incredibile che tutto questo sia stato scaturito dagli ultras viola. Non ho riconosciuto nessuno perchè erano tutti incappucciati ma la bottiglia che hanno spaccato vicino a noi è ancora lì”.

Attimi di paura per tutti i tifosi presenti al Village, anche perchè gli ultras erano “armati” di cinture e spranghe. L’allenatore della Fiorentina Stefano Pioli in sala stampa è stato interpellato su quanto successo: “I fatti successi prima del match? Meno ne parliamo e meglio è”. Da parte nostra, era dovere raccontare cosa sia successo davvero in questo pomeriggio di follia, ma adesso seguiamo il mister.

La foto che segue, realizzata dalla nostra redazione, immortala il momento da cui è partito il tutto:

© RIPRODUZIONE RISERVATA

46 commenti

  1. Incappucciati ad una partita amichevole di chiusura ritiro, in mezzo ai ritiri … e qualcuno in questa chat che chiede appoggio da viola a viola … ma chiudete tutto!

  2. Alessandro, Toscana

    Ardito sei sicuro che fossero proprio loro? HaHa Ha!!!! I DV sono buoni e noi i cattivi vero? Ti dico la mia ipotesi:
    È stata la dirigenza cioè Gnigni a pagare dei provocatori apposta per infiltrare i gruppi in curva!
    Farli apparire violenti e non fargli fare contestazione, il danno d’immagine per la scaramuccia ricade sui ragazzi della curva, rei di contestare !!!!
    Come gli infiltrati della polizia nei cortei che provocano disordini per incolpare i manifestanti pacifici! Stesso schema!

  3. Ciao S69, la visita era(ovviamente) con degustazione. Ne ho prese anche per casa, magari una sera ne possiamo bere insieme. Quanto alla prevenzione, che vuoi a Moena non sei a Firenze qui non hanno l’esperienza giusta. Saluti viola a tutti. 💜 💜 💜

  4. Spero che le forze dell’ordine facciano chiarezza…..chi e’ colpevole di questo gesto imfame deve pagare duramente ….non conta l’eta’……agire incappucciati e’ un atto vile ……dispiacebbe x le societa’ ma una volta individuato gli individui ….dovrebbe partire con 10 punti di penalizzazione…..

  5. Fiore63, fra il birrificio (spero con degustazione) e Fiorentina-Venezia su quel campo, avrei fatto tardi pure io.
    Sui Vuturo boys, vecchio viola, che ti devo dire, mi sembra di aver capito che i nostri erano dove dovevano essere, al viola village, chi in quel posto nn ci doveva essere erano i veneziani.
    Ma come mai queste cose a Firenze nn succedono ? Nn è che magari la macchina della prevenzione, qui funziona e altrove no ?

  6. FUORI TUTTI I VIOLENTI FISICI VERBALI INCAPPUCCIATI, FUORI TUTTI VANNO INDIVIDUATI E CACCIATI PER SEMPRE. FV

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.