Cucchi: “Piatek non è Vlahovic, ma la Fiorentina può contare su Italiano. A calcio si gioca in undici”

L’ex giornalista di Rai Radio 1, Riccardo Cucchi, ha parlato così a Radio Bruno Toscana: “Il progetto della Fiorentina, costruito intorno a Italiano, stava dando dei frutti. E’ un peccato che Vlahovic sia andato via, e non lo dico solo per la mia simpatia verso i tifosi viola ma anche per l’equilibrio del campionato. Ormai se lo giocano sempre le stesse, e vedere la Fiorentina privarsi del suo campione mi fa dispiacere. Capisco le ragioni economiche, per la Juventus ovviamente è un acquisto importantissimo”.

E poi ha aggiunto: “I tifosi della Fiorentina devono sperare nella corsa all’Europa, anche se la lotta è serratissima. Le candidate sono tante e i posti pochi, sarà una battaglia avvincente. La squadra di Italiano aveva un punto di riferimento fondamentale in Vlahovic, ma ha comunque un gioco brillante e chissà che Piatek non possa tornare ai suoi antichi splendori. Ovviamente non si può paragonare il polacco al serbo. A calcio si gioca in undici, ho grande fiducia in Italiano“.

Guarda i commenti (2)

  • il pistolero innaznzitutto è arrivato in italia, se vogliamo guardare il pelo nell'uovo, con una condizione atletica non al massimo.,deve lavorare e migliorare la sua condizione atletica.,detto questo poi con vlahovic la squadra aveva un punto di riferimento fisso la davanti!!!,spesso era dusan che giocava per la squadra e non il contrario.,piatek possiede altre caratteristiche.,è la squadra che deve imparare a giocare per piatek, e non il contrario.,lui è un cecchino finalizzatore della manovra.,il pistolero se lo servi con continuità, con i cross precisi dentro l'area di rigore avversaria, è letale sia di testa che altrettanto di piede!!!!!,ma il pistolero è arrivato da poco a firenze.,lui deve conoscere meglio la squadra, e la squadra altrettanto deve conoscere meglio il pistolero.,come servirlo adeguatamente, e la squadra deve comprendere che con lui in campo appunto non haì le carateristiche che avevi con vlahovic!!!!,ma il tempo e il lavoro insieme affinerà l'intesa tra piatek e i suoi compagni di squadra.,ma il giornalista cucchi deve anche dire che è in arrivo anche arthur cabral,,attaccante brasiliano che ha caratteristiche che non possiede piatek.,cabral sa giocare anche di squadra.,quindi mr italiano avrà a disposizione due centravanti per fare due tipi di gioco diversi,,due centravanti alternativi,

  • Bravo, ora che hai detto la tua (bischerata), prendi una camomilla calda e vai a dormire. Buona notte!

Articoli correlati