Questo sito contribuisce alla audience di

Dal corteo alla tregua della Fiesole: la domenica intelligente del tifo viola e stavolta c’è un UNICO Franchi

Tifosi della Fiorentina in Curva Fiesole. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

I cori, i fischi, la contestazione e la contro-contestazione: il secondo tempo di Fiorentina-Chievo era stato caratterizzato da un clima surreale, non facile da comprendere forse per chi dei nuovi è appena arrivato a Firenze. Una divisione all’interno del “Franchi” tra tifosi viola, scattata quando ormai la pratica clivense era stata archiviata. Era chiamato ad una risposta il nucleo del tifo gigliato e la risposta c’è stata eccome, con intelligenza e razionalità. Un clima straordinario quello creato già dal momento della partenza dall’hotel, con la carica trasmessa dai capi ultras al gruppo di Pioli, accompagnato poi dal classico corteo di macchine, motorini e clacson fino allo stadio. Quindi l’accompagnamento costante per tutti i 90 minuti, da parte di tutti i settori, trascinati da una Fiesole stracolma. Tutti concentrati sulla squadra e una tregua nei confronti dei Della Valle (anche ieri era presente Andrea), durata per tutta la durata del match: conclusa partita poi, dal cuore della Curva Fiesole è partito anche il classico motivetto anti-proprietà, nel rispetto di una posizione coerente ma che in questo caso ha dato la priorità all’unità nei confronti della squadra, nel modo più razionale possibile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. benissimo così.

  2. Anche questo pseudogiornalista non ha il coraggio raccontare come i decerobrolenzuolai abbiano contestato la proprietà quando lo stadio era vuoto per paura di essere a loro volta contestati dai veri tifosi definendo una posizione coerente una contestazione a dir poco ridicola. Cosa contestano questi fenomeni? La società non regala biglietti? Che se li paghino come tutti noi. La società non paga le trasferte? Che se le paghino come tutti noi. L’ultima contestazione riguardava il daspo dato ad alcuni del gruppo evidentemente ancora più idioti degli altri (perchè se prendi un daspo per una squadra di calcio sei per forza un idiota) che se avessi un figlio che prende un daspo per il calcio lo porto al cto a calci nei cog…ni. Eppure si continua a giustificare uesto scempio. Un appello ai genitori: Tutti possiamo sbagliare, cerchiamo di non perseverare

  3. Bella Fiorentina.tosta e pratica.
    Guardate quanti giocatori viola vanno in atea avversaria per cercare soluzioni.
    Con montella non c’era manco il centravanti.
    Pioli è un allenatore moderno ma che guarda anche a difendersi.
    Chi lo critica al primo errore è un isterico da curare.
    Avanti così.
    Peccato che DDV non voglia mai sognare con noi e per la viola.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.