Questo sito contribuisce alla audience di

Diritti tv, nessuna emittente raggiunge la quota minima. Adesso…

All’apertura delle buste presentate in Lega Calcio a Milano in via Rosellini da Sky, Mediaset e Perform, non è stato raggiunto il minimo garantito richiesto dalla Lega Calcio di Serie A, per la cessione dei diritti televisivi per il triennio 2018/2021. A partire quindi dalle 15 si è aperta negli uffici della Lega la seconda fase della procedura di assegnazione diritti, che prevede la possibilità di rilanciare per i broadcaster che hanno presentato offerte. A condurre le trattative sarà il presidente della Lega di Serie A Gaetano Micciché, accompagnato da un gruppo di presidenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. S69 . Ma tu che vi fai al galluzzo????????

  2. SVEGLIA DAL LETARGO SISTEMA CALCIO ITALIA RENDETEVI CONTO DI COME LO AVETE RIDOTTO, LOTITO PREZIOSI PALLOTTA IL CINESE DEL MILAN ZAMPARINI FERRERO E ALTRI ANCHE IN SERIE B E C, CI VOGLIONO UOMINI CON BUONE IDEE E OTTIMA E PRATICA MANAGERIALITA’ NON SOLO ‘Tromboni CHE FANNO ESCLUSIVAMENTE I LORO AFFARI E OCCUPANO POLTRONE E PARLANO COMBINANDO SOLO SFRACELLI. BYE BYE

  3. Chi troppo vuole, nulla stringe.
    Questa è la logica conseguenza di una condotta demenziale da parte della lega calcio.
    Di fatto si sono ridotti ad accettare quello che deciderà Sky, perché in questi anni nn hanno cercato strade alternative. Se è vero che Sky senza calcio, chiude, è altrettanto vero che alla metà di giugno la lega si è messa con le spalle al muro.
    Questa è la lucida programmazione del management italico.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.