Questo sito contribuisce alla audience di

E al Filadelfia va in scena l’ennesimo scempio: insulti razzisti per un giocatore della Primavera viola

Si è verificato l’ennesimo episodio spiacevole durante la partita del campionato Primavera tra Torino e Fiorentina. Dalle tribune del Filadelfia sono infatti piovuti nei confronti del calciatore viola Dusan Vlahovic degli insulti razzisti riguardanti le sue origini. L’attaccante della Fiorentina ha decisamente saputo rispondere sul campo realizzando un gol, ma ancora una volta dobbiamo denunciare un comportamento davvero spregevole dei tifosi del Torino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Purtroppo, l’ignoranza e, spesso, sentimenti ben peggiori, albergano trasversali in ogni piazza. Finché non smetteremo di additare certi comportamenti una volta ad una o l’altra tifoseria, faremo pochi passi in avanti.
    FV

  2. E ora alla società Torino non si fa niente? La società viola si faccia sentire.

  3. È l’aria di Torino che gli fa andare in pappa il cervello……è un’aria gobba…….

  4. Caro Aldo mi pare evidente che non sia stato al Franchi ieri sera altrimenti avrebbe sentito chiaramente i continui insulti che anche, e per primi, i cari tifosi partenopei hanno lanciato contro tutta Firenze e tutta la tifoseria fiorentina. Direi che con questa storiellina dei cori contro le tifoserie avversarie si sarebbe anche stancato. Allora fatemi capire: fare cori contro Firenze, Roma o Milano e’ lecito e farli contro Napoli e’ razzismo. Ok secondo me i primi razzisti sono coloro che credono questo perche’ si sentono inferiori laddove nessuno li considera tali. Un coro di sfotto’ non uccide nessuno, puo’ non piacere, questo e’ lecito, ma tra dire NOI NON SIAMO NAPOLETANI o dire FIRENZE MERDA mi pare ci sia un’ offesa in piu’ e quell’offesa non credo proprio che sia quel NON SIAMO…

  5. Tipo quello della Fiesole ieri

  6. Gemellati o no, questi sono comportamenti che non hanno niente a vedere con il calcio o con il tifo, ma la mancanza di rispetto, culturale, razziale e delle origini genealogiche, in questo mondo multietcnico, hanno preso il sopravvento, dimenticandosi che il popolo italiano, è stato un popolo migrante fin dal 17° secolo, presente in ogni parte del mondo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.