Questo sito contribuisce alla audience di

E c’era un tempo in cui la Fiorentina ‘sabotava’ il Barcellona sul mercato FOTO

Nell’estate del 1994 la Fiorentina era appena tornata in Serie A, al tempo il campionato di gran lunga più bello e ambito del mondo: uno dei regali per la nuova stagione fu un centrocampista portoghese, un 22enne di nome Manuel Rui Costa. La società viola lo prese dal Benfica, strappandolo di fatto al Barcellona che, come si legge da questa storica prima pagina del quotidiano Sport, ce l’aveva davvero in pugno. Fu l’offerta maggiore di Cecchi Gori a fare la differenza, in una fase storica dove i prezzi non erano certo quelli di oggi e gli investimenti delle italiane superavano decisamente quelli dei club stranieri:

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Stefano, ora Tanzi sarà andato a gambe all’aria per il Parma ? Cragnotti è saltato per aria per la Lazio e nn per Cirio ? Vittorio è fallito per la Fiorentina e nn per Finmavi ?
    Perché nn parliamo di Mantovani ? Autore dell’unico scudetto Samp, senza che i suoi affari ne abbiano trovato alcun nocumento.
    Di quelli che hai citato, forse l’unico saltato per aria per il pallone è Sensi.

  2. FRADIAVOLO a quei tempi sognavano i tifosi di tutte le italiane. Il Cesena si permise di acquistare Schackner e Proascka, che erano i due top della nazionale austriaca, e l’Empoli soffiò Ekstroem,talento svedese, al Bayer Monaco. Non era Cecchi Gori che scendeva, era il campionato italiano che aveva più soldi di tutti in Europa. Che poi spesso non aveva più soldi ma erano balle tra es tute da sodi, perché Vittorio,Tanzi, CragnottiFerlaino,anche Sensi, alla fine ci hanno lasciato le penne.

  3. Tempi passati dove un tifoso sognava oggi be lasciamo perdere se no i leccavalliani si irritano……………………

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.