Questo sito contribuisce alla audience di

E intanto Veretout ha già superato Vecino e Borja Valero

E’ certamente una delle più grandi note positive della Fiorentina, Jordan Veretout. Il francese è cresciuto partita dopo partita ed ha sorpreso in modo positivo la continuità di rendimento che il ragazzo ha saputo assicurare. Un calciatore ancora piuttosto giovane, classe ’93, che si è adattato alla grande al calcio italiano e svolge un ruolo chiave nella Fiorentina di Pioli, in entrambe le fasi. Veretout ha già messo a segno 6 reti in stagione, superando sia Vecino che Borja Valero, passati all’Inter la scorsa estate. In zona gol il ragazzo ha dimostrato di saper incidere, grazie ad inserimenti puntuali e alla sua qualità nel calciare i piazzati. Il centrocampista francese è sicuramente un elemento da cui la Fiorentina dovrà ripartire nel proprio percorso di crescita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

14 commenti

  1. Si continua a parlare e sparlare di questi famosi 70 mil. come buttati nel cesso. Io però dico che Pezzella, veretout, Milenkovic e Vitor Hugo, da soli li valgono già 70 mil., poi ci sono tutti gli altri. Non mi pare così fallimentare la gestione del mercato fatta da Corvino. Nessuno poi dice che quando prima di comprare devi vendere o almeno essere sicuro di vendere, ci vuole il mago Otelma per indovinare tutto. Non avessimo buttato in maniera sciagurata almeno 7 o 8 punti, oggi staremmo in una posizione di classifica assolutamente inimmaginabile. Evitiamo di continuare a criticare a prescindere.

  2. Per Stefano. I costi correnti in una società non li programma il direttore sportivo. Se si è toccato quel tetto ingaggi qualcuno l’aveva autorizzato. Era comunque il sesto monte ingaggi della serie A, in linea con la nostra dimensione. Niente di più. Adesso è il nono.

  3. Che borja fosse diventato ormai un peso era emerso chiaramente nell’ultimo campionato: passeggiava per il campo disegnando compitini per i compagni ad un metro da lui quando non perdeva palla. E infatti dopo metà campionato in nerazzurro la panchina è diventata la sua sede abituale

  4. @Aldo – @filippo
    Come giocatori buoni nella Fiorentina di ora, io vedo Pezzella, Milenkovic, Vitor Hugo, Veretout, stanno crescendo Biraghi, Benassi e Saponara (senza dimenticare Hristov che sta crescendo a salti), sono convinto che crescerà (perché é ancora molto giovane e solo al secondo anno di serie A) anche Simeone. In più abbiamo Chiesa, come portieri Sportiello e Dragowski che non sono male (e a Dragowski farà bene stare un paio di anni dietro a Sportiello per imparare perché é ancora molto giovane). Come base di partenza non la vedo poi così male. Se nella prossima campagna acquisti (nella quale, vi ricordo, arriveranno circa 17 milioni di euro in più per i diritti televisivi, riuscissimo ad aggiungere altri 3-4 buoni giocatori (un terzino destro, un esterno sinistro, un regista se va via Badelj ed un altro centrocampista) il prossimo anno saremo in grado di dare del filo da torcere a tutti e di arrivare in n Europa League.
    Per quanto riguarda i 70 milioni spesi da Corvino, bisogna anche considerare quanti giocatori ha dovuto comprare Corvino con quei soldi e che ci sono squadre che quei 70 milioni (o più) li spendono per comprare un solo giocatore.
    In relazione a Pradé, ricordo che è a causa sua se la Fiorentina ha dovuto fare questa “cura dimagrante”, visto che aveva fatto lievitare gli ingaggi dei giocatori ad oltre metà del fatturato totale della Fiorentina (insostenibile). Voglio vedere quest’anno cosa succede alla Sampdoria se non dovesse finire in Europaa League, con tutti i soldi che ha speso e con il monte ingaggi che è quasi raddoppiato rispetto agli anno precedenti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.