Questo sito contribuisce alla audience di

E ORA, CARO SIMEONE, TI TOCCA PEDALARE!

La Fiorentina segna poco e la società ha risposto a questa esigenza prendendo, sia pure in prestito, Luis Muriel. Un’ottima notizia, perché l’attaccante colombiano non è certo una scommessa, come altri carneadi che abbiamo visto a Firenze nel corso degli ultimi anni, ma un giocatore vero e che ha anche voglia di rilanciarsi.

Una bella notizia, di certo, per molti ma non per tutti. Non sarà contento sicuramente Marko Pjaca, che arretra ancora nella gerarchia, ma soprattutto non sarà contento Giovanni Simeone. Ancora dobbiamo capire in che posizione e in che modulo Stefano Pioli avrà intenzione di utilizzare il giocatore appena arrivato, ma è indubbio il fatto che la sua presenza sarà un pungolo grosso per il Cholito. L’ex Genoa, d’ora in avanti dovrà cominciare a pedalare, dovrà dimenticarsi piccole e superflue polemiche con chi lo ha criticato e soprattutto non potrà di certo permettersi di rimanere a digiuno per mesi interi, perché stavolta c’è per davvero chi può relegarlo in panchina.

Il mestiere del centravanti non è facile, perché tutti si aspettano da te sempre e solo una cosa: il gol. Quando questo non arriva tutto il resto non conta. Non conta il lavoro che fai per la squadra, il pressing sugli avversari, le rincorse di trenta metri per recuperare il pallone. Conta solo quante volte gonfi la rete e se non lo fai…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

16 commenti

  1. Grande Cholito non preoccuparti tornerai a segnare come sempre e qualcuno dovrà chiedere scusa. Difendere e sostenere i nostri giocatori ed i nostri colori è un dovere del tifoso, un articolo con un titolo del genere è imbarazzante se scritto da un sito presunto Viola. Che significa che il ragazzo poco più che ventenne se si impegna corre e si sacrifica senza segnare non conta niente? Facile da sedere commentare il Lunedì mattina, sicuramente trattasi di gente che non ha mai giocato a pallone neanche in cortile

  2. Marius, sante parole. Simeone è una pippa colossale priva di delle elementari basi per giocare al calcio. Speriamo di riuscire a darlo via al più presto.

  3. Tifolamagliaviola

    Vorrei sbagliarmi ma chi pensa che Muriel possa rimpiazzare felicemente Simeone e’ un illuso. Primo perche’ Simeone e’ un investimento e per fare una plusvalenza fa fatto giocare, secondo perche’ Muriel, come Simeone, non e’ una prima punta. Potra’ mettere piu’ tecnica, piu’ scaltrezza ma non tallona gl’esterni bassi come fa Simeone (l’unica cosa che gli riesce veramente bene …). Guadagni da una parte ma perdi dall’altra, per questo spero che frate piolo li faccia giocare insieme, con Chiesa libero di svariare da trequartista, partendo da sinistra. Per questo sarebbe importante comprare un buon centrocampista, che rimpiazzi il trio inutile Edilmilson, Gerson e Norgaard …

  4. Per me da cambiare è il Parroco Piolo che insiste, fino a prova contraria, a fare un modulo di gioc8, 433, non consono con i giocatori che abbiamo, e snaturare i giocatori nel loro vero ruolo, vedi Veretout e Milenkovic. Poi i giocatori sono quello che sono.

  5. Bibi,questa media e’ fasulla.Muriel parecchie volte e’ entrato a partita in corso,e quelle vengono conteggiate come presenze.Te la do io una statistica:simeone ha giocato circa 5300 minuti con la fiorentina,e con I suoi 18 gol ha una media di un gol ogni 295 minuti.Circa 3,3 a partita(che gia’ e’ un miracolo data la pochezza tecnica);se calcoli I minuti effettivi di muriel in serie A,vedrai che la media gol del colombiano e’ molto piu’ alta.Detto cia’,quando Muriel viene incontro al pallone,tra il suo controllo di palla e quello di simeone,c’e’ la differenza che intercorre tra un rui costa e un benassi….ma nemmeno! Perche’ la scarsezza di base di simeone,e’ introvabile in qualsiasi epoca storica.

  6. La Fiorentina, grazie a Pioli, non ha un gioco, e quindi diventa dura la situazione per gli attaccanti……Simeone, un giorno magari, potra’ diventare un discreto attaccante, al momento pero’ non sa nemmeno stoppare un pallone……

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.