Questo sito contribuisce alla audience di

E se adesso il problema della Fiorentina sono i tifosi…

I tifosi della Curva Fiesole. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Fanno ancora discutere le parole di Andrea Della Valle e Federico Bernardeschi dopo il pareggio contro il Sassuolo in merito alla contestazione dei tifosi viola che va avanti ormai da qualche settimana. Malumore che ha radici lontane e profonde (le sconfitte contro Empoli e Palermo sono solo le famose gocce che fanno traboccare il vaso). Non va dimenticato che i tifosi della Fiorentina non hanno mai fatto mancare il loro supporto nel corso della stagione e nel corso degli anni, senza purtroppo raccogliere grandi soddisfazioni. Va detto che a volte con alcuni cori si passa un po’ il segno ma l’amarezza che ha manifestato Andrea Della Valle ieri in merito anche alla stagione della sua Fiorentina è la stessa che hanno i tifosi che come valvola di sfogo hanno sempre e comunque lo stadio. La stagione dei viola è stata deprimente ma i tifosi non possono mai essere il problema di una società.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

50 commenti

  1. A me quello che fa veramente ……… è che a questo punto potevamo avere almeno una decina di punti in più e questo con il minimo sforzo. Sarebbe stata C.L. e sarebbe stato bilancio in ordine. L’anno prossimo non avrebbero più avuto scusanti. Avrebbero dovuto fare un mercato finalmente all’altezza. Da parte mia il rimprovero grosso che farei a D.V. è quello di aver tenuto Sousa. I 10 punti buttati al vento sono esclusivamente colpa sua.

  2. Drak può essere un’idea anche perché mi pare di capire che diverse scelte scellerate siano colpa sua. Ma è pur sempre un dipendente. Onestamente non saprei cosa dire.

  3. MINATORE, semplice, avrei preso il Cognigni, lo avrei portato davanti alle telecamere di tutte le tv, lo avrei fatto inginocchiare, gli avrei imposto: “Annuncia immediatamente le tue dimissioni, e ammetti le tue colpe, fallo prima di passare a miglior vita nel paradiso dei contabili, fallo! Devastatore di società! Sociopatico!”. Cognigni l’avrebbe fatto, a malincuore, e a quel punto avrei detto: “Miei cari tifosi, abbiamo il nostro capro espiatorio, ripartiamo da qui, Cognigni andrà da Azazel, nel deserto, noi, finalmente senza di lui, faremo una grande Fiorentina, con una nuova atmosfera, con nuovi dirigenti, senza spendere patrimoni ma fidatevi, sapremo scegliere un uomo capace, che sia amato dalla piazza e che sappia farsi rispettare fuori dalla nostra piazza. Il sacrificio di Cognigni è la prima pietra del nostro nuovo inzio, fidatevi, Cognigni non è più. Ricominciamo ora!”. Fatto, finita la contestazione, MINATORE, fidati!

  4. Faccio una domanda rivolta a tutti noi: Al posto di Andrea Della Valle, dopo le ultime contestazioni, cosa avremmo detto? Cosa avremmo fatto?

  5. Verità sacrosanta … il problema della Fiorentina sono quei tifosi che difendono dopo tutti questi insuccessi sul campo i Della Valle. Questo è il problema vero!!!! I Lecchini dei braccino corti!.

  6. Permalosi

  7. Ragazzi, ma di che si parla, tutti sanno che a Firenze c’è qualche impedito, il Corvino, qualche maniaco delle scritture private, il Mencucci, qualche altro zero qua e là, ma c’è soprattutto il MALE INCARNATO Cognigni, che ha fatto più vittime di Ted Bundy ed è ancora a piede libero… questo è il nostro problema, altri non ce ne sono, certo, Andrea deve farsi una cura di ormoni maschili, e Diego deve mettersi a dieta, e indossare tacchi più alti per dissimilare l’altezza, ma è tutto ok, in fondo, a parte il MALE INCARNATO, bisogna LIBERARCI DAL MALE! I tifosi in realtà sono buoni, gentili e affettuosi, è il MALE INCARNATO, il demotivatore nero che rema contro, ABBATTETELO! O sarete abbattuti!

  8. Il nemico in casa….che c…….ecci perché certi tifosi sono il male si una squadra

  9. Ma a Reggio Emilia non stavano giocando in uno stadio semivuoto anche a causa del tempo e i tifosi viola erano veramente pochi…. Quindi stiamo ragionando sul nulla… Altre squadre vengono contestare da stadi interi per molto meno e quà qualcuno “insulta” anche chi non conosce per che cosa?

  10. È normale che i tifosi si sentano soli e traditi da chi doveva intervenire con decisione quando si è capito che avevamo il nemico in casa. La società invece è risultata totalmente assente e l’unica arma che hanno i tifosi è la contestazione. Che poi ci sono anche dei facinorosi questi fa parte del gioco ma non si può condannare la tifoseria che rappresenta l’esistenza stessa di una squadra di calcio. Spero che Bernardeschi non si sia rivolto ai suoi tifosi perché sarebbe davvero grave.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.