Questo sito contribuisce alla audience di

Eder: “Dopo sedici anni Corvino è ancora arrabbiato. Quando ci vediamo mi chiama sempre ‘traditore’…”

Eder, ex attaccante della Sampdoria e dell’Inter attualmente in forza al Jiangsu Suning, ha rilasciato un’intervista a La Gazzetta dello Sport. Ecco la sua risposta alla domanda sul perché Pantaleo Corvino lo chiami ancora traditore: “Sono passati sedici anni ma è ancora arrabbiato. Mi aveva scoperto lui in Brasile, dovevo firmare con la Fiorentina, ma poi venne a Florianopolis Carli e mi convinse a scegliere l’Empoli. Ogni volta che vedo Pantaleo mi dice “mi hai tradito!”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Accipicchja!
    Gliel’avessero soffiato le bigghe!
    Ma l’Empoli!
    Io spero sia una bufala, perché farsi beffare economicamente da realtà come l’Empoli sarebbe comico!
    Panzerotto lo ha perso per le solite 200euro che ballavano fra domanda e offerta?
    Come i molti campioni che l’era Della Valle ha cileccato…sempre per il solito centone non tirato fuori.
    Panzerotto, a detta di alcuni addetti ai lavori, come Bocarone, Guerini, e altri, ne ha padellati tantissimi!
    Eder sarebbe stato un ottimo colpo.
    Alla Fiorentina, oggi, manca una punta così: uno che giochi là davanti, veloce, che spazi a tutto campo, e che abbia la capacità di assistere Simeone. E invece abbiamo nientepopodimeno che….
    Thereau!

    Cioè: un attaccante per 40 partite stagionali: comico!

  2. Per quanto riguarda Milenkovic c`era Prade`.

  3. Corvo Magno scova spesso buoni talenti certo se poi ci sono gli Eder I Berbatof o I milenkovic venuto in sede a Firenze x poi scegliere la lazio. Beh contro i traditori e i mercenari non c’è speranza ne soluzione.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.