Questo sito contribuisce alla audience di

“Era il lontano 2008 quando Diego Della Valle…” potrebbe essere l’inizio di una novella. Ma adesso si può davvero spalancare la porta dei sogni viola

“Era il lontano 2008 quando Diego Della Valle” potrebbe davvero essere l’inizio di una novella. Nel settembre dell’anno sopracitato infatti, il proprietario del club viola presentò ufficialmente alla città e alla stampa il suo progetto per realizzare un nuovo impianto dove poter far giocare la Fiorentina negli anni a venire. Dopo questo ‘inizio’, di acqua sotto i ponti ne è passata; ma non solo. Nel frattempo l’Udinese ha difatti rimodernizzato il proprio, mentre la Juventus (lo sottolineiamo senza se e senza ma, società di altra caratura) ne ha addirittura messo su uno nuovo in pochi anni.

Adesso la Fiorentina sembra però essere arrivata al bivio: o bene, o male; o si o no. Una bella svolta sembra essere arrivata dalle parole del sindaco Nardella: “Lo stadio nuovo si può fare a prescindere da Mercafir e aeroporto. La Fiorentina ha fatto i primi passi sull’area e ora non si torna indietro”. Parole che confermano (o almeno dal punto di vista del sindaco) ancora di più l’unità delle parti. Perché c’è una verità che tutti sanno: lo stadio nuovo potrebbe davvero essere la porta per aprire i sogni al mondo viola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

13 commenti

  1. Lo stadio di proprietà alza enormemente il prezzo di vendita (quello che vogliono i ciabattini) e dunque seleziona i possibili acquirenti. Lo stadio può far la differenza tra un Sundas a caso e un Al Khelaifi (o come si scrive) di turno

  2. Leggo commenti molto divertenti: c’è quello che stà a Frosinone, e che il Franchi lo vede in cartolina, che al solito straparla, poi c’è l’attivista dei si aereoporto, che parla di carotaggi come propedeutici ad una imminente costruzione, quando quel lavoro è già stato fatto in passato. La notizia è di qual che anno fa, li sotto c’è terra di scarico, carburante (a Firenze dette di fori l’Arno il combustibile per i riscaldamenti, si sparpagliò ovunque, nn è un segreto) li vicino, poi c’era uno sfasciacarrozze storico, quindi presumo altri rifiuti speciali. Probabile che fra un po ci diranno che bonificare l’area rappresenterebbe un costo eccessivo.

  3. Ma tutti sti discorsi che con lo stadio nuovo…. Udinese e Cagliari hanno lo stadio di proprietà. Il sassuolo lo stesso, se non mi sbaglio. Non mi pare siano diventate il Man UTD. Lo stadio conta giustamente per chi ci va. Ma c’è gente che ha bevuto anche la balla (fra le tante) propinata dai DV che con lo stadio nuovo allora sì che potrebbero fare…. bé, faranno quello che hanno fatto fino ad ora. Vivacchiare nella mediocirtà.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.