Questo sito contribuisce alla audience di

ERA UN GRUPPO DI BRAVI RAGAZZI: OGGI E’ NATA UNA SQUADRA DI GUERRIERI. RIPARTIAMO DA LORO, PER ONORARE IL RICORDO DI ASTORI

Firenze aveva un gruppo di bravi ragazzi, volenterosi, giovani. Oggi si è ritrovata in mano una squadra, di guerrieri. Quello che è accaduto contro il Benevento, quello che abbiamo visto a Torino, non ha bisogno di commenti. Gesti, sguardi, lacrime, intensità, spontaneità. Qualità che vanno al di la dello sport ma che, nello sport appunto, trovano spesso il giusto habitat, la giusta dimensione, la più bella valorizzazione. Crederci, dal primo all’ultimo minuto, abbracciarsi, assieme con l’allenatore, condividere, una rete o un errore, sorridere e piangere quando ci va di farlo. Uno spirito diverso, di una squadra che improvvisamente, e per forza, si è trovata costretta a crescere in fretta, a guardarsi negli occhi, a tendersi la mano. ‘In campo, soltanto durante la partita, riusciamo ad isolarci’. Parole di Pioli, che spiegano in modo chiaro e intenso le difficoltà di queste settimane, ma anche quanto, in quei novanta minuti, questa Fiorentina stia mettendo in campo, in gioco.

Il ricordo di Davide, i suoi insegnamenti, un patrimonio da coltivare, giorno dopo giorno, mese dopo mese. La Fiorentina era una squadra nuova, non perfetta, spesso e volentieri anche disordinata. O comunque sia piatta, con pochi spunti. Questo dicevano le partite, questo vedevamo. Oggi sottolineiamo qualcosa di diverso, una base di partenza importante e fondamentale. Perché dai grandi spogliatoi si costruiscono le grandi squadre, perché dalla grande unione si raggiungono grandi risultati. E allora, bravi e meno bravi, tutti insomma, stanno contribuendo in uno dei momenti più difficili della propria vita, a dare un nuovo senso a questa tragica annata che sarà ricordata per il dramma di Davide e della sua famiglia, ma anche per uno spirito di gruppo che oggi ci sta stupendo, lusingando, ci sta facendo commuovere.

Firenze, in questo momento, è diventata la capitale del mondo, l’esempio da seguire, un modello per il calcio italiano. Quella squadra, bagnata, che va sotto la curva, che si mette la mano sulla fronte, indicando la voglia di combattere e di onorare un amico non è una semplice fotografia. E’ qualcosa di più. E’ una ripartenza, con un bagaglio molto più pesante e molto più importante rispetto al passato sulle spalle. Occorre, da parte di tutti, farne tesoro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Complimenti. Bell’articolo. Ricordiamocelo tutti se mai dovesse arrivare qualche momento di difficoltà. Forza Viola

  2. Stefano, sei stato perfetto nella tua esposizione. Anch’io ho fatto le stesse considerazioni.

  3. Tifolamagliaviola

    Belle parole …. E’ vero, le disgrazie aiutano a volte a crescere, almeno sul piano individuale. In ambito lavorativo ho i miei dubbi, certo siamo in un ambito sportivo ma alla fine prevarranno interessi economici, procuratori, manager, direttori tecnici e quant’altro … chi vorra’ si portera’ Astori nel cuore, la curva non lo dimentichera’, ma piu’ di tanto non succedera’ … magari si agguanta l’EL all’ultimo tuffo ma non dipende da noi, dipende da quello che faranno quelle davanti

  4. Direi che anche la società, almeno in questo caso, non si è certo comportata male. E non venite a dirmi che era il minimo che doveva fare perché il comportamento dei DV non è stato una semplice presenza “istituzionale”, di facciata e senza sentimento. Chi dice questo è solo critico a prescindere, perché bastava vedere le loro facce al funerale ed anche nei giorni precedenti per capire che la morte di Davide ha colpito anche loro nel profondo.

  5. Una squadra che merita solo complimenti per come sta reagendo ad un evento assurdo e tremendo…

  6. Grandi ragazzi, adesso bisogna provare a vincerle tutte, 7 sono alla portata, per Napoli, Roma e Milan occorrono 3 imprese…

  7. Michele da Milano

    Giocatori e anche allenatore encomiabili a loro vanno tutti i nostri applausi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.