Questo sito contribuisce alla audience di

Eysseric e Gil Dias: quando è la panchina a deludere

Il pareggio contro la Spal ha evidenziato il limite maggiore di questa Fiorentina: la panchina. Se gli undici titolari, a cui si aggiungono ottime riserve come Laurini e Dabo, sono di ottima qualità, il resto dei giocatori non raggiunge sicuramente lo stesso livello e ieri il campo ha confermato questa tesi. In una giornata in cui Saponara non era al massimo delle sue potenzialità, Stefano Pioli ha pensato di giocarsi la carta Eysseric: il francese, dopo aver giocato per la squalifica di Chiesa contro la Roma, poteva e doveva oggettivamente fare di più, ma non si ricordano azioni create dai piedi dell’ex Nizza. Il numero dieci non ha mai azzeccato la giocata giusta, quella che tutti si aspettano da un giocatore come lui, e non è mai riuscito a a fare male alla porta difesa da Meret. Gil Dias invece, ha avuto ben due occasioni e se nel primo caso è stato bravo il portiere della Spal, nella seconda doveva quantomeno prendere lo specchio della porta: il portoghese ha scelto la conclusione sul primo palo, spedendo il pallone a lato, invece di optare per il sinistro a giro sul secondo palo. Episodi che potevano regalare i tre punti alla Fiorentina e che invece non hanno fatto altro che aumentare i rimpianti per un pareggio che ha fermato a sei la striscia di vittorie consecutive dei gigliati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

11 commenti

  1. Gente ma ancora non l’avete capito che i soldi che il Sassuolo ha o deve dare per Babacar in scadenza contratto nel 2019 e non voleva rinnovare non c’è li dava nessuno è vero è arrivato in cambio Falcinelli , ma l’operazione Babacar è stata ottima 10 ml , si può dire di tutto sul mago del Salento ma qui l’ha azzeccata .
    Che poi Falcinelli sia scarso be poco importa , Babacar se rimaneva non rinnovava …………………

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*