Questo sito contribuisce alla audience di

Che fine ha fatto Kasse? La scommessa di Corvino non si vede più

Amar Kasse, centrocampista della Primavera della Fiorentina

Si era presentato in viola con un gran gol da fuori, segnato alla Sampdoria alla seconda giornata di campionato. L’ultima comparsa del centrocampista delle Primavera viola Amar Kasse, risale ormai a fine Settembre, quando il classe ’99 si è accomodato in panchina nella gara contro la Lazio. Il senegalese è tornato tra i convocati soltanto nella scorsa gara di campionato contro il Sassuolo. Un ragazzo su cui Corvino ha scelto di scommettere; Kasse aveva sostenuto anche un provino con il Parma. Adesso la situazione del centrocampista della Fiorentina è diventata davvero misteriosa. Le prossime settimane forse aiuteranno a capire meglio una questione molto particolare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

37 commenti

  1. Tifolamagliaviola, a chi ti riferisci quando dici che commenti entusiasti per Hagi junior , a me no di certo, aveva diciasette anni , bella carriera non c’è che dire che hanno fatto poi Hegazy Mazuch e Hable , non so che parametri usi per giudicare un giocatore “bidone”, ma se non lo sono questi …….

  2. Tifolamagliaviola

    Rileggevo gl’articoli e commenti entusiasti per l’arrivo di Ianis Hagi un paio d’anni fa, ora rintegrato nel ruolo di figlio di papa’ raccomandato … é difficile dire se un giovane è forte, se lo diventerà ecc… molte cose possono cambiare rapidamente, quindi scendete dal piedistallo dell’espertone e siate piu’ ragionevoli

  3. Tifolamagliaviola

    Fermi tutti: Hegagy si ruppe due gambe a Firenze, ma poi è riuscito a fare una bella carriera, gioca in Premier nel WBA e nella nazionale egiziana, piu’ o meno vale 5 M … non facciamo di tutta erba un fascio, Mazuch gioca nella B inglese, Hable invece si è ritirato … I veri bidoni sono altri o stati altri … Anche Saporic puzza di bidone, speriamo di sbagliare senno’ sono 13 M buttati al vento

  4. Altro super pacco del pensionato! Grazie della balle!

  5. Gbg, il bilancio su Corvino, nn lo faccio su questi ultimi due anni, ma considero anche l’esperienza precedente.
    Se a suo tempo fu mandato via (in maniera, a parer mio, anche un po indelicata) evidentemente, anche la società, tanto contenta del suo operato, nn doveva essere. Sul mercato per la prima squadra, che l’anno scorso ne abbia padellati 8 su 8, nn lo dico io, lo ammette implicitamente il suo operato (nn è rimasto altro che quelli con i quali si era incastrato con gli obblighi di riscatto) che sconfessa totalmente le scelte di anno scorso.
    Negli anni nei quali è stato qui, quanti sono gli Egazy, i Mazzuch o gli Hable, che hanno offerto prestazioni tecniche accettabili con conseguente plusvalenza tecnica ed economica ? Jo Jo, Nastasic, ci metto anche Lijaic (che comunque una mezza stagione buona e un decino in cassa telo ha portato) sono giocatori che sul campo e alle casse societarie, qualcosa hanno portato, ma sono anche stati pagati da giocatori da pra squadra. Ma la miriade di elementi, pagati una milionata e messi a svernare in primavera, hanno inesorabilmente fallito.
    Quel sistema di fare calcio, si è rivelato deficitario in tutti i sensi, nn capisco perché cisi insista, vengono “cattivi pensieri”, ma qui bisognerebbe fare altri discorsi.

  6. Le scommesse di Corvino sono state talmente tante che non basterebbero giorni per ricordarli. Solo tre sono quelle in cui la Fiorentina a veramente potuto vederli in campo, Jovitic, Jailic e Nastasic.

  7. Ciao Bibi forse avevo inteso male io, quello che scrivi mi trova d’accordo al cento per cento, purtroppo la Fiorentina, specialmente in sudamerica non ha mai voluto investire in una rete di osservatori degna di nota e in gemellaggi capaci di portarci giocatori di prospettiva sicura, come invece fanno altre squadre. E’ altrettanto vero che la nostra dirigenza come dici te arrogante e presuntuosa ha fatto terra bruciata intorno a se , i rapporti non sono buoni sia in casa che fuori , e la risposta si può riassumere in una parola “incompetenza” , un conto è gestire una fabbrica di scarpe , un altro una società di calcio e i DV ancora non l’ hanno capito, tenere i bilnci a posto non è sufficente, nel calcio contano i risultati !

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.