Questo sito contribuisce alla audience di

Fiorentina, è mancato coraggio. Accontentarsi è stato fatale

Il Napoli ha battuto una Fiorentina rinunciataria. Questa, in breve, l’analisi de La Gazzetta dello Sport, che sottolinea come la Fiorentina non abbia creduto in se stessa. Sono mancati coraggio e convinzione. Poteva starci il pari, e forse addirittura il colpaccio. Ancelotti ha vinto ridisegnando la sua squadra con il 4-2-3-1, inserendo l’ariete Milik. Mossa decisiva, con l’assist del polacco per il gol-vittoria di Insigne. La Fiorentina ha giocato un buon primo tempo, con Veretout che dirigeva il gioco e Benassi che si gettava negli spazi. Nella ripresa però la timidezza e la stanchezza hanno preso il sopravvento, e Pioli è sembrato accontentarsi del pari. La mossa si è rivelata fatale. Ha tolto Veretout, ma non ha rischiato Pjaca, preferendo Dabo. La Fiorentina si è schiacciata e Insigne ha potuto colpire.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. Piccola squadra senza coraggio nè da parte dei giocatori nè da parte dell’allenatore. Forse è stato lui il maggior responsabile influenzando negativamente la squadra, in un gioco troppo difensivo e remissivo.

  2. Supercannabilover

    Se vuoi difenderti a Napoli si può capire ma occorreva prepararsi col contropiede per essere pericolosi, tenere vicini chiesa e Simeone poteva essere una soluzione, invece uno isolato sperando che gli cadesse dal cielo un pallone giocabile e l’altro a farsi tutta la fascia per spomparlo dopo un’ora.

  3. La sconfitta di ieri ha un nome: i cambi di pioli. In poco meno di dieci minuti ha stravolto il centrocampo levando i due mediani più forti tecnicamente, da lì in poi è stato un monologo del Napoli che alla fine è riuscito a scardinare la difesa viola autrice tra l’altro di una buona prova. Purtroppo si conferma quanto visto la stagione scorsa: pioli sbaglia il più delle volte i cambi a partita in corso.

  4. Brava e onesta persona…faceva bene il parroco..ma fino a ora non ha dimostrato niente. Non capisce, secondo me, la dinamica delle partite. Il Napoli fino a ora è la controfigura dell’altro anno. Se vedi che ce la puoi fare azzarda perché ieri potevamo vincere se quei dementi non prendono mai lo specchio della porta

  5. I viola devono per vocazione giocare per come la squadra è stata costruita. Chiedere alla squadra più giovane della serie A di fare tattica vuol dire suicidarsi. Pioli ha sbagliato!! Speriamo che ne tragga le giuste motivazioni. Inoltre ( da non trascurare) i tifosi viola preferiscono vedere la squadra giocare e divertire perdendo che una squadra moscia e demotivata che magari potrebbe portare a casa i tre punti. Pioli è bene lo sappia!!!!!!

  6. Pioli con questo atteggiamento l’anno scorso ci ha fatto perdere tantissimi punti e a quel punto non sarebbero esistiti tas. La squadra è valida, a parole lo dice poi nei fatti si spaventa. C’è troppo timore reverenziale. Serve coraggio, serve crederci. Mettere dabo per gerson ci ha messi in difesa, mancavano passaggi alle punte. Non venga fuori con delle scuse che ha 28 giocatori a disposizione.

  7. A me sembra che la partita l’ha vinta Ancelotti perché la “stanchezza” che ha portato ai cambi decisivi, è figlia del primo tempo, quando il Napoli ha fatto girare palla e i nostri si spompavano a correre a vuoto.
    Poi, troppa rassegnazione a più di venti minuti dalla fine. Mentalità rinunciataria che dal tecnico si trasferisce ai giocatori. Bisogna virare per puntare in alto

  8. Pioli è un allenatore all’antica, difensivista, pauroso nel lanciare i giovani, gran bella persona ci mancherebbe, ma vecchio dentro, io la penso così, non mi accende la fantasia, spero mi smentisca alla grande.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.