Questo sito contribuisce alla audience di

FIORENTINA E PIOLI E’ L’ORA DI OSARE. IL TECNICO E CORVINO ALLESTISCONO LA NUOVA SQUADRA CON POCHI SOLDI IN PIU’ E UN’IDEA NUOVA DA COLTIVARE

Lo ha detto Pioli: in una stagione così difficile e complicata era difficile fare meglio. Vero. E allora si pensa alla prossima, dove al di la dei ‘progetti’ societari occorrerà tirare fuori qualcosa di diverso per far tornare l’entusiasmo in città. Magari la ricerca di un gioco più offensivo, magari la doppia punta, magari maggiore fantasia. Perché, non potendo vincere niente (e nemmeno lottare per vincere), Firenze meriterebbe almeno di ritrovare il gusto per l’estetica, per il bel gioco, per la creatività che al momento, con Eysseryc, Gil Dias e Saponara non sembra proprio garantita.

Anche su questo ci piacerebbe che Pioli, assieme a Corvino, lavorasse: nella costruzione della nuova squadra, nel disegnare il nuovo assetto tattico, nel provare a rivitalizzare una piazza che, dopo la tragedia di Astori, sembra lentamente ritornare alle negatività precedenti. Ha poco senso, insomma, trattenere Chiesa se attorno a lui non viene costruita una squadra più forte, non c’è un disegno calcistico, un’idea. Pioli, lo ripetiamo, merita dieci per come ha portato a termine questa stagione, per come ha lavorato, per come ha tenuto in piedi la squadra soprattutto dal punto di vista mentale. Ma, anche lui, dovrà osare qualcosa di più se vorrà (da allenatore) entrare nel cuore dei fiorentini, come sono riusciti a fare, in modo diverso, sia Prandelli che Montella. Anche loro senza vincere niente, anche loro senza trofei da esibire, ma con un timbro di gioco che, per lunghi periodi, ha entusiasmato un po’ tutti. E come era riuscito a fare, per un girone e basta (ma che girone…), Paulo Sousa.

E’ giusto applaudire questa squadra, non arrabbiarsi per queste due ultime giornate di campionato da brividi, ma è altrettanto giusto aspettarsi dal punto di vista tecnico qualcosa in più da qui in avanti. E in questo, anche la dirigenza, dovrà essere brava ad alzare l’asticella. Le basi ci sono, i giocatori dai quali ripartire anche. La difesa è quasi a posto, gli esterni sono buoni ma migliorabili, a centrocampo e in avanti occorrerà prendere qualche rinforzo, specialmente sulle fasce, ovvero laddove la Fiorentina è mancata clamorosamente. Entro uno o due giorni l’incontro tra dirigenza e allenatore per capire verso quale strada andare e con quali giocatori. Si progetta il futuro, con pochi soldi in più, ma con qualche bella idea da coltivare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

40 commenti

  1. Ancora state a leggere gli articoli di questo? Dice cose scontate, amenità della serie allestiranno una buona squadra per fare un buon campionato per arrivare ad una buona posizione di classifica per centrare una qualificazione che se verrà bene altrimenti pazienza. Supercazzole con scappellamento a destra come fosse ‘antani……

  2. Articolo inutile che non dice niente e che si basa su alcuni presupposti inattuabili.
    Pioli: diciamo che ha fatto onestamente il suo lavoro in una stagione difficile e complicata, probabilmente chiunque al suo posto non avrebbe fatto meglio. Ma ora basta! Allenatore mediocre che non alza mai l’asticella e mai rischia con i giovani. Nemmeno se si fosse stati in 9 contro 11 avrebbe fatto giocare Hristov e Valencic domenica scorsa. Quindi i giovani tanto vale darli tutti via, buoni e poco buoni, che vadino a farsi esperienze lontano da qui.
    Si vuole pensare alla prossima stagione?
    Ma caro MDO pensi veramente che Corvino non faccia partire Badelj e non venda Chiesa e Veretout? Credi veramente alle streghe? E’ un incapace, compra solo giocatori il cui nome finisce in ic, intasca fior di soldi con i suoi amici procuratori, compra mezze tacche che non giocherebbero in nessuna delle sette squadre sopra di noi in classifica. E cosa vuoi rilanciare.
    Abbiamo una proprietà che DOVREBBRE vendere perchè non è più credibile e allora quale sarebbe questo progetto?
    Ma il fatto che Firenze è la prima piazza dove c’è stato un calo di spettatori non dovrebbe dire niente?
    Altro che far tornare l’entusiamo. Allo stadio nemmeno se fai l’ingresso gratis la gente partecipa più. Stanchi di questa proprietà !
    E allora tu pensi alla prossima? Pensi a un progetto per la ricerca di un gioco più offensivo ma con chi: con Pioli e Corvino? Loro lavoreranno a una squadra che probabilmente si salverà alla trentacinquesima giornata e per loro sarà uno scudetto.
    Rivitalizzare la piazza? Se vanno via i fratellini e i loro accoliti.
    E poi basta con la tragedia Astori. Il nostro capitano non c’è più ma ricordarlo a ogni piè sospinto dà solo alibi a questa società di raccattati.
    Sarebbe più onesto che tu scrivessi: salutiamo Chiesa e Veretout e Badelj e auguriamo loro quella carriera che a Firenze non avranno mai.
    Il calcio a Firenze è morto!
    E poi anche l’analisi tecnica che fai è molto presupponente.
    Le basi ci sono?
    Quali?
    I giocatori dai quali ripartire anche. Ma se venderanno Veretout e Chiesa e non confermeranno Badelj.
    La difesa è quasi a posto? Certo, ha subito 46 gol con una media di 1,21 gol a partita ed è la peggiore tra le prime 10 in classifica, meglio solo della Samp. Abbiamo un fenomeno come il portiere, qualsiasi tu ci metta, Laurini Biraghi …..non contando Maxi e Gaspar.
    Gli esterni sono buoni ma migliorabili? Ma chi? Biraghi Gil Dias ma le partirte le vedi o te le raccontano?
    A centrocampo e in avanti occorrerà prendere qualche rinforzo, specialmente sulle fasce, ovvero laddove la Fiorentina è mancata clamorosamente. Certo abbiamo due punte che hanno fatto 20 gol in due quando Icardi e Immobile ne hanno fatti 29 da soli!

    Si vuole fare una squadra che lotti per l’Europa? Si deve fare una espurazione e comprare almento 11 giocatori buoni. Con quali soldi?
    Questo è il problema perchè con quelli delle cessioni, restando Corvino, non compri niente di buono

  3. Caro Piero 47 , il problema è : “dovrebbero se potessero” e non nel congiuntivo.

  4. Intanto si riparla delle solite due lire a disposizione per il mercato… . E comunque Pioli dovrà imparare ad arrangiarsi facendo esordire qualche giovane. Magari Vlahovic.

  5. Pochi soldi? Ma che ragioni! Ne hanno, ne hanno e tu lo sai bene.
    Quanto hanno incassato l’anno scorso al netto delle spese fatte? E devono prenderne ancor per Kalinic ecc…
    Scusami MDO, ma tu ad ogni articolo dici tutto ed il contrario di tutto! Cambi idea come una banderuola al vento!
    Hai capito che Corvino deve chiedere scusa a noi tifosi? Perché non lo dici che hai toppato?
    E poi basta usare Astori per ogni scusa, non é un capro espiatorio, era il nostro Capitano! Lasciamolo riposare in pace e manteniamo alto l’onore della Viola per lui, senza mettere in ballo il suo nome sempre. Attaccandosi ad Astori per ogni cosa, si sfiora il ridicolo.

  6. Per quale ragione Corvino dovrebbe comportarsi diversamente dallo scorso anno ?? Continuera’ a compeare giocatori semisconosciuti….a vendere i 7 …8 che non hanno reso e speriamo che tra gli 8 sconosciuti che comprera’ ….almeno 4 siano validi….se poi ci va proprio di culo tra Gori Vlahovic…Sottil Hristov….Ranieri…Venuti…qualcuno forse emerge….io spero che me la cavo !!!!!

  7. Ma a chi la vendano?

  8. La società ha finito le scuse, i soldi ci sono. Al lavoro, che ce n’è tanto da fare. Corvino e freitas si sveglino una buona volta, basta scommesse dentro certezze. Pioli i bonus sono finiti, serve dare di più. E diciamocelo da come parla non è lui che ha reagito alle difficoltà ma probabilmente i più esperti del gruppo hanno trascinato anche lui.

  9. Difatti il Milan è interessato a Mancini non a Biraghi! Potenza della rete

  10. Non sono d’accordo con l’italiano del titolo. Al posto del presente indicativo, dovrebbe esserci il congiuntivo (antico e frequente errore, commesso anche nelle aule del Parlamento).
    Oppure mi sbaglio?
    Non è un’esortazione (allora ci sarebbe stato il congiuntivo), ma è la descrizione di quello che stanno facendo attualmente (quindi uso del presente). Redazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.