Graziani: “Callejon? Se Italiano ci crede tanto un motivo ci sarà. Sottil deve crescere ma il futuro sarà suo. Il centrocampo della Fiorentina è davvero tosto”

L’ex attaccante viola Francesco ‘Ciccio’ Graziani è intervenuto così a Radio Bruno: “Dopo il gol di Gabbiadini pensavo già che fosse una serataccia per la Fiorentina. Poi invece è cambiato tutto. Questa squadra sa ritrovarsi dopo le difficoltà. Per la viola quest’anno il motto è ‘tutto o niente’. Mai un pareggio, e questa cosa è molto curiosa. La Fiorentina è una squadra che non fa calcoli durante la partita, e da una parte è un bene. Vlahovic poi ha avuto un’esplosione che nessuno poteva prevedere. Indovina tutto. Riempie l’aria di rigore da solo, smista e imposta da regista offensivo. Sono contento per lui. Può diventare uno degli attaccanti più forti d’Europa”.

Graziani ha poi continuato: “Credo che il mister stia facendo bene ruotando tutti i suoi elementi. Callejon? Italiano ci crede tanto. Certo non è più il giocatore di Napoli, ma se l’allenatore gli da fiducia un motivo ci sarà. Sottil? Ha bisogno di continuità, deve crescere sia caratterialmente che tatticamente, ma credetemi che il futuro sarà suo. Torreira? E’ il punto di riferimento per la fase di costruzione della squadra. Con Bonaventura e Duncan, i tre compongono un centrocampo davvero tosto. Sanno giocare al calcio. Questa squadra cerca di arrivare al risultato attraverso il gioco e questo è un aspetto importante che alla lunga paga”.

Guarda i commenti (1)

  • Ecco un altro sul carro del vincitore. Chi nn ricorda le sue critiche a Vlahovic... Ed ora?

Articoli correlati