Questo sito contribuisce alla audience di

HO LETTO IL VOCABOLARIO E ALLA VOCE ‘POLLI’ HO TROVATO…

Tutti quanti abbiamo negli occhi la Fiorentina vista nel primo tempo contro la Sampdoria. Una Fiorentina che lotta, pressa e costruisce occasioni da rete: oltre al gol di Simeone se ne contano altre cinque-sei nitide. Occasioni che, se sfruttate a dovere, avrebbero portato i viola sul doppio vantaggio e probabilmente sarebbe arrivata anche la prima vittoria fuori casa della stagione. Fallito il 2-0, ecco che nel secondo tempo è uscita fuori la Samp ed ecco che è arrivato il gol del pari dal ‘solito’, ahinoi, Caprari, che con i gigliati ha evidentemente un conto in sospeso.

Una grossa possibilità gettata al vento che ci fa credere che, se questa mattina apriamo un vocabolario, alla parola ‘polli’ troviamo questa definizione: “Sono i giocatori di una squadra che costruisce sei occasioni limpide da rete in 45 minuti e segna solo un gol tenendo in partita l’avversario e buttando via due punti”. Quanto peseranno questi due punti che non ci sono nell’ottica del campionato della Fiorentina ovviamente ancora non è dato saperlo, ma visto che in zona Europa League (quella dove dovrebbe collocarsi la formazione di Pioli), la lotta è accesa, è probabile che ci ritroveremo a mangiarci le mani per non aver espugnato Genova.

Questa trasferta, tra i tratti positivi, ci consegna anche i primi, veri, segnali di vita di Pjaca e ci consegna anche un Veretout che fa passi in avanti significativi in zona centrale di centrocampo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

13 commenti

  1. Scozzi, abbi pazienza, ma la squadra giovane, chi l’ha costruita ? Corvino su indicazione della proprietà o SDC ?
    È palese che i giovani hanno bisogno di tempo per crescere, hanno il grande pregio di incidere poco sul monte ingaggi, ti danno la possibilità di realizzare belle plusvalenze, ma ovviamente soffrono di alti e bassi.
    Simeone ne butta dentro una su tre (ma questo vuol dire che è anche bravo a smarcarsi per almeno tre volte in un match) per ora, con il tempo ne batterà dentro una su due. Inzaghi dei tempi d’oro segnava a raffica, ma poggiava anche 5 milioni d’ingaggio.

  2. Antonio 46 ma vai a farti una bella girata rin tornato dalle se ghe… Quelli come te sono la rovina del vero tifoso viola… M vai a ka ka re

  3. Ditemi quellio che volete,ma io continuo ad avere perplessita’ su Simeone:per metterne dentro una,ha bisogno di fallirne tre,ve lo immaginate un Inzaghi li davanti,?avremmo sicuramente tanti punti in piu’ ed anche l’anno scorso la classifica poteva essere migliore.Io non ho nulla contro Simeone,ma l’anno scorso aveva fatto 10 gol a tre giornate dalla fine,poi ne ha fatto tre al Napoli ed una al Milan(5 a 1) ed il suo score si e’ gonfiato(14 reti).Quest’anno si sta ripetendo,cioe’ mette una palla dentro ogni 3 o 4 occasioni.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.