Questo sito contribuisce alla audience di

I dubbi sul modulo e un Montella ancora sul banco degli imputati

Due giorni dopo una batosta come quella subita dalla Fiorentina contro la Juventus le domande senza risposta sono ancora molte. Una su tutte il modulo scelto da Montella ad inizio gara con quel 3-5-2 che ha ballato e non poco. La Juve ha passeggiato negli spazi della Fiorentina con un centrocampo invisibile ed un attacco completamente isolato, non per altro il primo tiro in porta è arrivato al novantaduesimo con Mati Fernandez. Montella si rifugia spesso nel 3-5-2 che dà più equilibrio alla squadra e proprio con questo modulo, a dicembre, la Fiorentina uscì da un periodo molto negativo. Con il senno di poi è fin troppo facile parlare ma il 4-3-3, in questo momento, è forse un modulo più adatto alla squadra viola, e Montella, forse, cambierà faccia alla squadra già domenica contro il Napoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

41 commenti

  1. e’ un allenatore serio chi fa esordire nel campionato italiano, a detta di tutti, il più difficile tatticamente un ventenne australiano(BITTANTE) e dopo un quarto d’ora lo sostituisce ? sapete darvi una spiegazione?

  2. Non ho dubbi che ci sia anche il problema del modulo ma, guardiamo la realtà : a noi mancavano Pizarro e Badelj a loro Tevez, Pogba, Pirlo, Lichsteiner, Basagli e Buffon e ci hanno ridicolizzati. Perché ? perché correvano al doppio di noi, perché arrivavano sempre primi su tutti i palloni, perché giocavano con la bava alla bocca come per una finale di CL, perché chiudevano tutti insieme tutti i possibili varchi, perché raddoppiavano e triplicavano in marcatura, perché hanno un attaccante che non è un palo in mezzo al campo, perché hanno dei difensori cattivi, perché hanno un allenatore che ci ha creduto e li ha caricati da due settimane oltre a farsi sentire in campo fino all’ultimo secondo. E allora qualcuno pensa che con Pizarro e/o Badelj o magari col 4-3-3 sarebbe stato diverso ? Illusione. Come ho già scritto lo sbaglio è la preparazione psicologica oltre che quella tattica di Montella che purtroppo ieri ha avuto i peggiori Aquilani, Borja, Mati e Joaquin dell’anno oltre ad una difesa sguarnita e schierata male e, fondamentalmente, più scarsa di quella avversaria. E Salah non fa sempre miracoli, anche se ci prova.

  3. La viola è molto forte e anche grazie al mister che allena da poco ma ha già mostrato di essere uno dei migliori in italia .

  4. La Juventus aveva in campo vari scarponi come Chiellini, Bonucci, matri e le assenze di pogba, tevez, Buffon … Però loro vincono e combattono come se fossero sempre in finale. La Juve da sempre trasmette una mentalità vincente e vincono. Noi non abbiamo quella fame, quella energia e forza agonistica di chi vuole vincere davvero.

  5. la sconfitta con la juve brucia e anche molto,ma non trovo giuste tutte le critiche a Montella,colpevole principalmente di aver cercato di fare della viola una squadra in grado di giocarsela alla pari con le migliori squadre del calcio italiano.Qualcuno preferirebbe vedere la fiorentina pre-Montella?Io penso che alcuni incidenti di percorso facciano parte di un naturale processo di crescita e non si possa chiedere,ad ogni episodio negativo,una rivoluzione tattica o addirittura un cambio tecnico.

  6. Polverone ho visto solo ora il tuo commento… Menomale qualcuno che capisce…

  7. Quanti allenatori !! Roberto dimmi un po’ l’incontrista che ti avrebbe cambiato la partita … Kurtic ? Poi se si fosse perso con Kurtic in campo… ” Kurtic è scarso non doveva giocare”… Non conta il modulo .. Non contano i giocatori messi in campo.. Conta la mentalitá .. Quando lo capirete ?

  8. non è il modulo, ma i giocatori scelti per la partita con la gobba, un centrocampo inesistente senza un’incontrista, che contro un centrocampo di mastini (vidal, storaro ecc.) si è squagliato come neve al sole non facendo quel filtro a CENTROCAMPO necessario xchè la difesa non balli la samba, inoltre guardate gli altri allenatori, tutti sbraitano gridano incitano caricano i giocatori (vedi allegri e ieri benitez e pioli) al confronto montella sembra un bambino impaurito con la paura di cambiare

  9. Questa squadra non è perfetta lo sappiamo…ma possiamo giocarcela con tutti se andiamo in campo col giusto spirito…è sbagliato porre limiti ai giocatori perchè cosi si siedono…secondo me i veri VINCENTI ogni anno giocano col coltello tra i denti per vincere TUTTO….a prescindere, senza porsi limiti…troppi alibi e troppe scuse verso la squadra (stanchezza, infortuni, mancanza di condizione….TUTTE SCUSE !!!!!..anche gli altri le hanno)…voglio vedere una squadra che gioca sempre per superare i suoi limiti e che ha come obiettivo VINCERE SEMPRE !!!..CAMPIONATO, EUROPA LEAGUE, COPPA ITALIA, CHAMPIONS, SIPERCOPPA……VOGLIO VEDERE GIOCARE X VINCERE SEMPRE…NON PER OBIETTIVI PARZIALI O PROVVISORI FINE A SE STESSI…!!

  10. Scappa Vincenzo scappa! Questa e’ una piazza senza riconoscenza! Vai a Napoli che vogliono prendere a calci Benitez nonostante abbia vinto qualcosa a differenza tua, vai a Roma dove Garcia è sul banco degli imputati, vai a Milano dove un giorno si e l’altro pure si cambia allenatore. Cavolo Vincenzo, dove conviene andare? Chiedilo allo stregone!!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*