Il Comune di Bagno a Ripoli inizia l’iter per la Tramvia: espropriati alcuni terreni anche alla Fiorentina

Via agli espropri dei terreni di Bagno a Ripoli destinati ad ospitare il passaggio della linea del tram 3.2.1 Piazza della Libertà – Bagno a Ripoli.

Il Comune ha avviato il procedimento di apposizione del vincolo preordinato all’esproprio sulle aree interessate dall’opera mediante notifica ai proprietari, che avranno 30 giorni di tempo per presentare eventuali osservazioni. Gli espropri riguarderanno superfici ampie ed altre piccolissime. La particella catastale più estesa misura 19.313 metri quadrati, la più contenuta un solo metro quadrato. Sono previsti espropri definitivi e temporanei a seconda delle necessità del cantiere. Fra i soggetti che saranno espropriati di terreni di loro proprietà troviamo l’hotel Villa Olmi, per circa 2.000 metri quadrati, la famiglia Guicciardini (quasi 1.000 metri quadrati) e l’Acf Fiorentina per 133 metri quadrati. Autoesproprio di aree di proprietà del Comune di Bagno a Ripoli per 6.660 metri quadrati.

Il tracciato della linea, come è noto, interesserà, partendo da piazza della Libertà, con capolinea nel tratto iniziale di viale Don Minzoni, i viali di circonvallazione da viale Matteotti fino a piazza Piave, per poi proseguire sui lungarni fino al Ponte da Verrazzano e quindi su viale Giannotti, viale Europa, via Pian di Ripoli fino al capolinea nel comune di Bagno a Ripoli in via Granacci. L’estensione complessiva della linea è di circa 7,2 Km di cui 6,1 Km nel comune di Firenze e 1,1 Km nel comune di Bagno a Ripoli.

Il progetto comprende inoltre: la realizzazione del nuovo deposito ed officina per il ricovero e la manutenzione dei tram nel comune di Bagno a Ripoli in un’area adiacente il cimitero del Pino; la realizzazione di un parcheggio scambiatore nel comune di Firenze in area adiacente il raccordo del viadotto Marco Polo per 458 posti auto; la realizzazione di un parcheggio scambiatore nel comune di Bagno a Ripoli in area antistante il capolinea di via Granacci per 374 posti auto (a fianco del Viola Park) e la realizzazione di un nuovo ponte sull’Arno in corrispondenza dell’asse via Minghetti/via Lapo da Castiglionchio.

Guarda i commenti (7)

  • Di solito gli espropri sono ben pagati per evitare eventuali ricorsi, ma sicuramente a Commisso non fanno sconti di nessun genere. Serviranno anni per il parcheggio

  • NICO, lo so benissimo
    volevo capire in che misura si parla in questo caso di esproprio
    in un vero Paese civile prevalgono gli interessi di chi ha sudato una vita per farsi un terreno

    Adesso vai via ignorantone piddino

  • Unico10 lo possono fare, ti pagano quel che vale e festa finita. Per interessi comuni, il governate può recuperare la terra che gli occorre.
    Fai pace con la tua ignoranza via.

  • Espropriare che vuol dire?
    Se ho una bella villa con un bel terreno devo andare via? Spero che facciano 100000 ricorsi

Articoli correlati