Questo sito contribuisce alla audience di

Il piano Corvino-Freitas passa al vaglio di Cognigni: Quanti soldi abbiamo a disposizione?

Mario Cognigni in compagnia di Pantaleo Corvino. Foto: Fiorentinanews.com

Il piano Corvino-Freitas di azione sul mercato sta cominciando a prendere forma. I due hanno trascorso i primi giorni alla Fiorentina portando avanti qualche missione specifica, tipo quella di Corvino a Barcellona per Tello, e soprattutto facendo un lavoro di scrematura relativo a tutti i dossier sui giocatori accumulato nel corso degli ultimi mesi. Ma ora è tempo anche di quagliare. E domani ci sarà nella sede viola un Consiglio d’Amministrazione che servirà per illustrare questo benedetto piano e per formalizzare qualcosa di preciso: che budget hanno a disposizione i due dirigenti? Si parte totalmente da zero o la proprietà ha intenzione di mettere a disposizione un anticipo di cassa per poter avviare il rafforzamento? Nel primo caso, molto probabile, la Fiorentina dovrà prima vendere per poi comprare, nel secondo caso invece, Corvino e Freitas avranno un po’ più di libertà d’azione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

17 commenti

  1. Prima vendono e poi sicompra con quanto incassato(o con una parte se siamo sfortunati) ormai sono 6 anni che é così ed é meglio farsene una ragione.
    Il problema a limite e che avevano trovato 2 che nonostante ciò avevano fatto una grande viola e dopo un anno e mezzo anche se in modo diverso li hanno fatti fuori senza motivo.
    Speriamo che Corvino mostri che i 2 suoi anni in viola con autofinanziamento sono stati un disastro solo x caso .

  2. La proprietà si lamenta per il clima di negatività diffuso tra i tifosi, Andrea fa il risentito a sceglie la soluzione Corvino anche come parafulmine, ma non c’è mai un accenno di autocritica. Sarà noioso tornare sempre sugli stessi argomenti, ma le dichiarazioni spontanee di Cognigni sui fantastici acquisti di gennaio mica c’è le siamo sognate. E, di grazia, con quali soldi andavano fatti quegli acquisti? E che fine hanno fatto? Chi se li è intascati? Solo chi considera la Fiorentina proprietà privata può ragionare in questo modo. Ma è un modo folle di gestire una squadra di calcio.

  3. Lo spalatore di Gubbio

    Arieccoli i vari rosichini. Ma perchè non aspettate prima di dire che non ci sono i soldi? Io ve lo ridico sta nascendo una grande Fiorentina

  4. Michele da Milano

    Un mitico piano a costo zero. O meglio col segno più (per i Della Valle)

  5. Ma il denaro che si dice ci fosse a gennaio e non è stato usato non è sufficiente per iniziare? O sono state dichiarate altre balle?

  6. ci riempiono gli occhi con tutti questi dirigenti che si occupano di mercato x annaquare la verità,Budget 0.
    sono pronto a scommettere che questo Freitas tra 12 mesi ci saluta.

  7. Una telefonata o una email no?

  8. Con tutti i quattrini spesi in azioni legali cretine figuratevi voi se ci sono soldi in cassa, e nel prossimo CDA nessuno dei partecipanti contesterà tutti questi soldi buttati via che natuarlamente ricadranno nel bilancio della Fiorentina .

  9. Non ci prendiamo in giro questi non mettono una euro è 5 anni che si va avanti con l’autofinanziamento e cosi sarà anche questa volta , ma dico visto che lavorano in oriente ma perché non cedono se hanno preso l’Inter e forse anche il Milan di sicuro in Cina o in India c’è qualcuno interessato alla Fiorentina , ormai ci siamo stancati di questa gente (DV) cedano e si levino da maroni , sta diventando stucchevole questa situazione , ADV che è sparito dai radar DDV che se ne frega ampiamente della Fiorentina bqasta che ci siano plusvalenze .

  10. Non importa che sentano la dirigenza, glielo dico io! Non solo non hanno nulla a disposizione, ma devono vendere per far guadagnare i fratellini

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*