Questo sito contribuisce alla audience di

Il poker come sport: cresce il numero degli appassionati

I nuovi fenomeni del gioco si sono spostati quasi interamente online ma soprattutto nascono di continuo nuove definizioni di sport, un settore sul quale esistono ancora oggi forti pregiudizi che ormai sarebbe tempo di superare. Ci si dovrebbe innanzitutto chiedere qual è la definizione di sport e in generale è possibile notare che ci sono 2 elementi che sono tipici di ogni attività sportiva.

Al primo posto c’è sicuramente la competizione che non deve nemmeno essere per forza di stampo agonistico, anche perché la competizione non sempre vede impegnati a gareggiare due o più contendenti, se pensiamo all’atletica molto spesso si gareggia individualmente.

Poi ogni sport degno di questo nome vede i contendenti scontrarsi per giungere a un premio o una posta in palio, un record o un premio in denaro. Uno dei maggiori sport virtuali che si conoscono ad oggi è proprio il poker online, non a caso ormai coloro che lo praticano (parliamo di centinaia di migliaia di persone nel mondo) sono considerati veri e propri atleti.

La concezione del poker come sport

A Firenze, come nel resto dell’Italia e del mondo negli ultimi 10 – 15 anni si sono diffusi molto gli sport legati al gioco del poker specialmente nella sua variante denominata Texas Hold’Em o più semplicemente Hold’em. A giocare un ruolo importante nella nuova diffusione della competizione sportiva nel campo del gioco d’azzardo ci hanno pensato le nuove piattaforme di gioco online come ad esempio https://www.leovegas.it/it-it/.

Gli appassionati di questo tipo di “sport” sono in tutto il mondo e sono talmente legati a questa attività che non vedono l’ora di poter assistere ai diversi tornei internazionali che si svolgono annualmente in location spettacolari. In queste occasioni gli appassionati possono seguire i loro “sportivi” preferiti, ovvero i guru del mondo del poker, i grandi professionisti che, armati di occhiali da sole e “poker face” cercando di mettere le mani su fortune milionarie.

Ci sono davvero un gran numero di tornei in tutto il mondo, se ne contano almeno 3, ma il più importante sono le WSOP ovvero le World Series of Poker che richiamano milioni di appassionati da tutti i Paesi e rappresentano di fatto i “Mondiali del Poker”, molto vicini per concezione ai mondiali di calcio. Al termine di questa competizione vi è una gara che incorona il campione del mondo, tuttavia la quota di iscrizione non è proibitiva in quanto ammonta a soli 10 mila dollari.

Dove si allenano i campioni di giochi come il poker?

Come è noto i campioni olimpici si allenano in palestre, piscine e piste di atletica che sono il luogo ideale e perfettamente attrezzato per migliorare le proprie prestazioni sportive. Ma come cambia il discorso se ci si deve allenare per diventare bravi a un gioco di carte?

Sarebbe utopistico pensare di poter partecipare di continuo a sessioni di gioco con amici e conoscenti per questo per una questione di comodità e convenienza gli atleti del poker si allenano direttamente online nelle sale da gioco dei più famosi casinò presenti in rete. Ormai online non mancano certo le alternative.

Le piattaforme presenti in rete possono offrire qualsiasi tipo di gioco e sport virtuale e creare simulazioni realistiche per fare in modo che il professionista si abitui a un certo tipo di pressione e condizioni di gioco. Solo passando attraverso queste esperienze online si può aspirare davvero a sbancare gli altri concorrenti nelle sessioni dal vivo.

Per partecipare agli eventi mondiali poi si stima che siano necessarie 3000 ore di pratica dal vivo e online, solo così si ha qualche possibilità di sopravvivere in uno degli sport più agguerriti e competitivi in circolazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA