Questo sito contribuisce alla audience di

Il RECIDIVO. E anche la Fiorentina (purtroppo) ne sa qualcosa

Sempre meno calciatore e sempre più incline a sceneggiate e comportamenti di dubbio gusto. Nikola Kalinic è entrato in una spirale di episodi negativi che non sembrano avere una fine e purtroppo ne sa qualcosa anche la Fiorentina.

Tutto ha inizio la scorsa estate, quando il calciatore inventa a più riprese scuse e invia alla società certificati pur di non stare in ritiro con la squadra a Moena. Del resto aveva scelto di andare al Milan, squadra del suo cuore, a detta sua, fin dai tempi di Shevchenko. Ma non è che le cose siano andate diversamente a Milanello: Gattuso non lo ha convocato in una circostanza perché non si era impegnato in allenamento. Questo senza contare gli innumerevoli errori fatti in campo, anche clamorosi che gli sono costati i fischi di San Siro.

Adesso la sceneggiata con la nazionale croata che può costargli pure la partecipazione a questi Mondiali: di certo, un giocatore così non può mancarci.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

13 commenti

  1. S69 ti quoto in toto !!

  2. Io mi ricordo di una foto, dopo un match europeo, che ritraeva le sue gambe martoriata di pedate, in quei giorni si chiedeva di tutelare il “nostro” centravanti.
    Per conto mio un giocatore che indossa (indossava) la nostra maglia e che si batte senza mai levare la gamba, merita tutto il rispetto di questo mondo !
    La scorsa estate è stato creato il “mostro” Kalinic, come è stato creato il “mostro”, Berna. È caratteristica ricorrente di questa proprietà “distruggere” l’immagine dei giocatori prima di cederli per molti soldi, è stato fatto così per Jo jo, per Cuadrado, per Borja, vedrete che faranno così anche per Chiesa.
    Kalinic a Firenze ha fatto il calciatore in modo onesto, il resto nn mi interessa.
    Su

  3. Il RE del calciomercato, bravo a vendere ma poco a comprare (tanti acquisti, molti pacchi = tante commissioni) ha venduto Kalinic a 25 (che pare essere diventato un pacco) grazie a come ha saputo valorizzarlo Sousa.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.