Il recupero non proprio… accelerato di Dragowski: nessuna forzatura ma anche un’alternativa che forse convince di più Italiano

Non è mai stato chiaro in questa stagione chi sia il titolare ideale della porta nella testa di Vincenzo Italiano: fin qui un’alternanza che ha visto prevalere Terracciano, al cospetto di un Dragowski che è fermo da inizio ottobre. Un recupero un po’… strano quello del polacco: per lui nel finale di Fiorentina-Napoli ci fu una lesione di secondo grado della giunzione miotendinea del retto femorale della coscia destra. Un problema non secondario ma per il quale si ipotizzava un mese circa di stop: il polacco è tornato ad allenarsi in gruppo dopo la sosta di novembre e di fatto, manca dalla lista dei convocati da due mesi pieni.

La linea di Italiano e del suo staff è quella della massima prudenza, discorso che è valso anche per Gonzalez, tornato ad allenarsi da 20 giorni e ancora mai titolare. Di sicuro per il portiere classe ’97 non si è forzato e accelerato nel recupero, “colpa” forse anche del suo vice. O almeno di quello che sulla carta era il suo vice, dato che ad oggi è sceso in campo in ben 11 occasioni, vincendo ad esempio il duello anche a Bergamo, dove Dragowski era a disposizione. Si attende il suo rientro tra i convocati, da cui si capirà poi chi dei due sarà il reale preferito di Vincenzo Italiano.

Guarda i commenti (6)

  • Terracciano è nettamente inferiore a Drago e soprattutto non para .
    Abbiamo 4 punti in meno per colpa sua ( Juventus e Empoli).
    Drago è il titolare indiscusso e il mister lo ha sempre detto.
    Terracciano non para i tiri ...mai una prodezza.
    Solo a Firenze articoli ridicoli come questo danno adito a tifosi che non capiscono del ruolo nulla.
    Mezza Europa vuole Drago chissà perché e solo noi rendiamo fenomeno un mezzo portiere.

  • Dragowsky va ceduto al primo che lo chiede anche per due salsicce

  • Suo portiere a Giugno va fatta una riflessione, credo che Italiano non straveda per Dragowski, mentre apprezza le caratteristiche di Terraciano. Se fosse davvero così va venduto in estate, ma per non deprezzarlo va anche fatto giocare, una 15ina di milioni li vale, è giovane ancora, e cercare un portiere con le caratteristiche amate da Italiano, magari anche molto giovane da far crescere con la garanzia Terraciano, però di prospettiva, come facemmo con Toldo tanti anni fa, un 20/21enne forte.

  • Drago è forte e lo scorso anno ci ha salvato. Va detto che con questo inizio di gioco da basso ,il ns portiere ,non è il massimo ,anzi tutt'altro. Quindi ,visto che Terracciano è un buon portiere ,ma sforzato a fare il primo ,cercherei un top ,per stare tranquilli. Non vorrei che la sua lunga degenza ,possa esser dettata dal contratto

  • Tra i due, il migliore è Terracciano che gioca anche con i piedi che se in porta è più reattivo Drago. Ma nel calcio moderno il portiere è parte attiva nella costruzione del gioco arretrato e il polacco con i piedi proprio non ci sa fare.

  • Sarebbe da vendere subito e cercare un nuovo portiere, anche se a me Terracciano è sempre piaciuto

Articoli correlati