Italiano scopre l’abbondanza sugli esterni, ma c’è un aspetto da migliorare

Vincenzo Italiano aveva richiesto cinque esterni d’attacco già nel ritiro della Fiorentina a Moena ed è stato finalmente accontentato con l’arrivo di Jonathan Ikonè. Una decisone motivata dal fatto che gli interpreti del ruolo svolgono un lavoro massacrante e infatti vengono spesso sostituiti nei secondi tempi.

Nel girone d’andata, complice anche qualche infortunio, la coperta è stata spesso corta. Adesso, però, con cinque giocatori per due maglie, Italiano può scegliere di volta in volta in base alla condizione dei giocatori e all’avversario.

Il giocatore da cui è lecito aspettarsi qualcosa in più è Nico Gonzalez, soprattutto sotto porta. L’argentino ha segnato soltanto due gol fino ad ora, di cui l’ultimo proprio al Cagliari tre mesi fa. L’aspetto da migliorare, in generale, è il contributo in fase realizzativa: da Gonzalez, Saponara, Sottil, Callejon sono arrivati appena sette gol. A riportarlo è il Corriere Fiorentino.

Articoli correlati