Kouame ed un destino che sembra già segnato… salvo sorprese. La situazione dell’ivoriano

Dall’arrivo a Firenze Christian Kouame non ha mantenuto le aspettative, ed ecco che un investimento considerato dalla dirigenza viola un’occasione si è trasformato oggi in un esubero. Il classe ’97 ivoriano non ha mai neppure lavorato con Vincenzo Italiano. Kouame non prese parte al ritiro di Moena la scorsa estate, essendo impegnato alle Olimpiadi con la Costa D’Avorio prima di cambiare casacca.

In prestito all’Anderlecht l’ex Genoa ha ritrovato maggiore continuità, seppur ad un livello modesto come quello del campionato belga. ‘Se potessi scegliere, rimarrei all’Anderlecht. Non so ancora dove giocherò la prossima stagione’. Queste le parole di Kouame di un mese fa, indicative di una volontà di proseguire ai biancomalva. Nell’accordo con la Fiorentina però non era presente alcuna opzione di riscatto, e la punta africana è rientrata in Toscana. Non c’è da stupirsi, considerato anche che il ds fiammingo Verbeke confermò la volontà della Fiorentina di cedere il calciatore.

Con Cabral già in rosa e l’imminente arrivo di Jovic, l’attacco viola sembra star prendendo una fisionomia precisa, e Kouame non sembra esservi compreso. Il ragazzo dovrebbe salire a Moena salvo sorprese, ma molto difficilmente resterà in rosa. Solo una precisa scelta dell’allenatore, unita alla volontà del ragazzo di mettersi nuovamente in gioco nell’ambiente, potrebbero far prendere una piega diversa ad un’avventura che sembra indirizzata verso un’altra separazione.

Guarda i commenti (5)

  • MI DISPIACE TANTO SE DOVESSE PARTIRE PERCHE' SALVO QUALCHE SBAVATURA, IL RAGAZZO E' UN BUON GIOCATORE, POSSIEDE TECNICA E VELOCITA' ITALIANO NON è UNO SPROVVEDUTO, SE VALE NON LO FARA' PARTIRE.

  • e CHI LO SA? State dicendo la stessa cosa di Saponara l'anno scorso ed invece ha giocato quasi sempre. Vediamo a Moena...........almeno che non possa essere una pedina di scambio (magari per un buon difensore)

  • Passato l'infortunio dipende dalla volontà del giocatore risalire la cima e all'allenatore decidere se investire in questo giocatore oppure no.

  • Italiano non lo ha voluto anno scorso, neppure da valutare, la dinamica mi pare chiara. Dopo l'infortunio non è tornato nemmeno vicino a quello prima.

  • Sia chiaro se restasse anche a fare la terza punta sarebbe sempre in panchina e non so a lui personalmente comodi

Articoli correlati