Questo sito contribuisce alla audience di

Koulibaly graziato due volte: Il difensore picchia e Fabbri lo ‘premia’. Una direzione ampiamente insufficiente

Per la sfida del San Paolo tra Napoli e Fiorentina l’arbitro è il ravennate Fabbri, coadiuvato dai due assistenti più esperti della massima serie Tonolini e Di Liberatore. Al minuto 8′ subito proteste dei partenopei, contatto Milenkovic-Mertens nell’area viola, ma Fabbri vede bene perché è il belga che nel tentare di rubare palla inciampa e finisce per terra. Al 25′ Koulibaly sgambetta furbescamente Simeone a palla lontana, l’arbitro non vede nulla, manca la punizione ai viola ma soprattutto il giallo al difensore napoletano. Passano solo cinque minuti e Koulibaly sbraccia colpendo al volto ancora Simeone, questa volta l’assistente Di Liberatore vede tutto e segnala ma stranamente anche in questa occasione il senegalese se la passa liscia. Al 34′ Chiesa prende l’ammonizione per un’entrata su Zielinski, sanzione eccessiva, il fallo è più plateale che pericoloso. Al 39′ lo stesso polacco prende il giallo per fallo su Eysseric, giusto. Al 43′ l’ammonizione tocca a Benassi, che anticipa nettamente Mario Rui e poi gli frana addosso, provvedimento disciplinare che a nostro avviso appare sproporzionato.

Nel secondo tempo Milik commette un fallo simile a quello di Benassi ma non viene ammonito: i viola protestano.
Nel finale ancora due gialli, uno a Dabo che sbraccia leggermente su Allan e l’altro per Eysseric falloso su Mario Rui.

Direzione di Fabbri ampiamente insufficiente, due pesi e due misure con importanti incertezze che penalizzano e non poco la Fiorentina. Spiccano nel primo tempo due mancate ammonizioni a Koulibaly con la conseguente espulsione che avrebbe potuto indirizzare la gara da un’altra parte. Il numero 26 napoletano invece finisce la partita addirittura senza nemmeno un cartellino a suo carico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

13 commenti

  1. iervolino giuseppe

    Ma cosa cianciate? Avete perso, un minimo di dignità…

  2. Ok Monica, anche in quel caso la prova televisiva rileva solo comportamenti inerenti la condotta violenta o gravemente antisportiva, nonché frasi blasfeme, e come detto, per Koulibaly si trattava soltanto di cartellino giallo!!!
    Saluti. G. Eletti

  3. Guardate che l’arbitro non era Fabbri ma l’ex Napoli Paolo Cannavaro. Se osservate bene la foto è proprio lui!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.