La retorica dell’attesa del calciatore e un trend che non può diventare la regola

Cabral. Foto di Fanfani Luca per www.fiorentinanews.com

Ci sono diversi interpreti che nella Fiorentina di oggi stanno facendo fatica, fisicamente o mentalmente che sia, e che sicuramente stanno offrendo un rendimento al di sotto delle aspettative. Il riferimento è ovviamente all’attacco, il reparto in cui si dovrebbe fare la differenza e con la distribuzione maggiore di talento: da Cabral a Jovic, passando per Ikoné. Non parliamo di bocciature naturalmente perché di margine per crescere ce n’è ma di fatto, suddetti interpreti ad oggi non sono pronti per dare un contributo alla Fiorentina.

La retorica che va spesso di moda quando le cose non girano nell’immediato è quello dell’attesa e allora piovono i paragoni di comodo, solitamente riferiti a Batistuta e Vlahovic. Con loro servì pazienza, poi ripagata, è possibile che lo stesso serva anche agli attuali, fermo restando poi che almeno Cabral e Ikoné sono a Firenze da nove mesi. Se la Fiorentina cede una certezza come Vlahovic è chiaro che se non di calciatore dello stesso livello, quantomeno su risorsa affidabile si debba puntare. Il responso parziale di oggi parla invece più di scommessa che di reale rimpiazzo. L’attesa è sacrosanta e non è certo tempo di bocciare o buttare tutto all’aria ma è chiaro che il trend dell’attesa non possa diventare la regola.

Guarda i commenti (16)

  • Ma quanti intenditori di calcio , maremma . Ma torreira dov'è finito , visto che le così bravo ? I giocatori anche quelli mediocri giocano bene perché è l'allenatore che ha capito come farli gioocare . Ma italiano non è un bravo allenatore , altrimenti avrebbe già capito come farli rendere

  • Le cose sono due:
    Uno: Commisso non si rende conto della pochezza dell'incapacitadi Prade' e sarebbe la meglio perché come si sveglia lo caccia e cambia tutto,!!
    Due: Commisso ha bisogno di signorsi' (Giobbarone) e invertebrati ( Prade') per spadroneggiare, per sentirsi un esperto di serie A e di calciatori, per DIVERTIRSI col suo balocco Fiorentina per giocare con la ns società a Fantacalcio per sentirsi ganzo. E la peggio, il dramma perché COMMISSO NON CAPISCE NULLA DI PALLONE E NEANCHE DI CALCIATORI E PER LUI IL 10' POSTO EX 16' È UN SUCCESSO, PER LUI IACHINI È TALMENTE BRAVO DA MERITARSI UNA STATUA ( novembre 2021!!)!!!! E non ha intenzione ne di mollare ne di cambiare perché si diverte così.
    Siamo rovinati!!!!

  • Domandona. Ma i calciatori aspettano a riscotere lo stipendio ? E allora, dicche' si ragiona ?

  • Solo attendere possiamo non abbiamo alternative....e siccome non è che sia passato molto dall inizio della stagione per quanto mi riguarda ancora ho delle speranze.....per quanto riguarda Cabral e Yovic confido nella crescita di Dodo e Barak e finalmente nell apporto indispensabile di gonzales cge ancora non ha praticamente mai giocato, perché si sa che gli attaccanti crescono con la crescita del gioco e dipendono dalle occasioni che sanno creargli i giocatori più jmportanti....per quanto riguarda Ikone ho una teoria tutta mia su di lui che però non ho la pretesa di poter dire che sia giusta per il grande rispetto cge ho nella bravura di Italiano che nessuno meglio dj lui sa come far crescere i giocatori...secondo me Ikone nel ruolo dove sta giocando e' un po sacrificato e secondo me è quel tipo di giocatore che per esplodere ha bisogno di sentirsi titolare indispensabile e non continuamente sotto esame , messo in discussione e cambiato sempre al primo errore e alla prima prestazione sottotono. Credo che la cura PRANDELLI usata con Vlahovic avrebbe dovuta usarla Italiano con lui invece di metterlo sullo stesso piano di Ssponara Sottil e adesso kouame ...SBAGLIERO DI SICURO MA QUESTO DUBBIO ME LO PORTERO DIETRO SEMPRE ...Lo seguivo molto quando giocava in Francia perché ho parenti francesi che mi coinvolgeranno molto nrl loro campionato che mi dicono che ed era un giocatore che spaccava le partite in un altro ruolo e soprattutto con tanta considerazione da parte di tutti addosso....

  • Quando fai le cose al minimo e con supponenza t'ha core a aspettare...

  • Prima Piatek e Cabral in panchina, poi Jovic e Cabral in panchina dove sarebbe l'attesa se in nove mesi non ha giocato nemmeno un terzo delle partite da titolare

  • Che prade'e barone siano incapaci non ci piove.
    Il grosso mistero è perché non vengano messi alla porta da Commisso.
    Il danno lo fanno soprattutto a lui.

  • Dopo nove mesi che vuoi più aspettare, dopo nove mesi è palese il fatto che Pradè ha speso 30 milioni per prendere 2 bidoni.

  • Attendere Ikonè e Cabral è come attendere l'areo in piazza Duomo.
    Non è vietato, è inutile e anche stupido

  • Si torna sempre lì: una dirigenza, DS, soprattutto, ci capisce di calcio o no?
    NO..... BUDELLA M.....LA....NO!!!
    NON CAPISCONO NULLA DI CALCIO E SOPRATTUTTO DI CALCIATORI.
    Per violavero: questi dice che l'armeno del Napoli è una pippa!!! Tardelli, ieri sera lo ha paragonato a Best, 10 mln e Giuntoli la ha preso in una squadra del Caucaso!!!!!!!
    Violavero, visto che tu sei più esperto di Tardelli hai visto i tre gol di Mathys Tel classe 2005 il Bayern lo ha preso dal Rennes 20 mln una scommessona certo, come 15mlnper Cabral/ikone/iovic o i 27 per Gonzalez.
    Violavero visto che sei un espertone vediamo a fine anno la differenza tra Karakalla, Tel e i polmoni marci che ti ha preso Prade'.
    Può capitare ai Giuntoli, Corvino, Tony D'Amico, massara&Maldini, Sartori, ai DS bravi di prendere delle pippe ma ne prendono tanti buoni!!!!
    Prade' e la Troika non CONOSCONO i giocatori, stanno a sentire gli altri, li prendono per sentito dire e gli appioppano dei polmoni marci oltretutto cari!
    PRADE' OUT!!!!!

  • Dato che ora il mercato è chiuso, l'importante è la consapevolezza da parte di tutti dell'incapacità della dirigenza e le pressioni di Commisso in merito alla scelta dei giocatori vedi Amrabat e Kouamé. L'importante è che stampa e tifo facciano pressioni per l'incapacità di Barone e Pradé e non mettano in dubbio il valore di Italiano, senza il quale non è remoto che si torni a lottare per non retrocedere. Se la pressione sarà forte e ben direzionata, forse allora la dirigenza sarà costretta a correre ai ripari a gennaio e a dare retta al suo allenatore (altrimenti con questa proprietà può succede di tutto anche se si arrivi all'esonero di Italiano dopo una striscia di risultati negativi)

  • Pare che in questa società l’importante sia credere di aver risparmiato..,
    Tre giocatori scarsi sommati non ne fanno uno buono (anche se valgono la stessa cifra) e questo capita spesso quando vengono scelti da Barone e Pradé. Loro, purtroppo, non hanno la competenza dei dirigenti dell’ Atalanta che pure citano a sproposito.

  • Quando ad una scommessa , ne affianchi un altra , evidentemente la volontà di fare calcio serio , non è nelle tue corde : purtroppo ne Prade ne Barone sono dirigenti capaci , sono solo dei signorsi che eseguono gli ordini del padrone senza porsi domande

  • E invece parliamone, di bocciature. Negare la realtà non è onesto ne intelligente.
    Hanno toppato in pieno gli acquisti bruciando milionate.

Articoli correlati