Questo sito contribuisce alla audience di

La sponda viola della finale dei Mondiali

E’ anche un po’ viola la finale dei Mondiali che andrà in scena oggi alle 17 al Luzhniki Stadium di Mosca. Sponda Croazia, s’intende. Oltre a Badelj, infatti, nella squadra di Dalic militano Rebic e Pjaça, passato e forse futuro della Fiorentina. Il primo ha giocato il torneo da protagonista, diventando così un possibile obiettivo di mercato di molte big europee; il secondo, invece, ha scaldato spesso e volentieri la panchina. Tutto perfetto dunque per la Fiorentina, che spera di incassare un buon tesoretto dalla vendita di Rebic (ai viola spetta il 30%) e di acquistare Pjaça senza troppi disturbi. Vedremo se oggi i due giocatori saranno protagonisti, in una finale in cui probabilmente tutto il mondo, francesi esclusi, tiferà per la Croazia affinché la sua favola abbia un lieto fine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Concordo con Foschi. Se la Fiorentina avesse i soldi e spendesse 50 milioni per questo tontolone,sarebbe da radiarla dal mondo del calcio. L’ho visto per tutto il mondiale,ed è buono solo a fare a spallate coi difensori. Falloso come un difensore,tecnicamente scarso si incarta col pallone tra i piedi,va bene solo se viene lanciato in campo aperto,ma non ha neppure un gran fiuto del gol,visto che ne fa veramente pochini,anche al mondiale ne ha fatto uno,perché gli ha passato il pallone il portiere avversario. Adesso in questa finale che sto vedendo è stato scandaloso. Pjaca non va preso assolutamente,perché se è più scarso di questo significa che è peggio di Tello. Non capisco come il ct croato Dalic lo faccia giocare titolare,boh,forse perché gli garantisce più equilibrio tattico,ma una punta deve anche tirare in porta e fare gol,ogni tanto. Misteri del calcio.

  2. Nicola Foschi infatti il posto giusto dove devi andare è proprio quello: vai a caaaaaa
    Per carità che gente
    Siete voooooi!
    Siete voooiii!
    La rovina Dell Italia siete voooooiiii!!
    P. S. Il cesso è la vostra dimensione

  3. Come si misura l’incapacità di un DS, Corvino naturalmente. Prade nel 2013 acquista Rebic, 19 anni, per 4.5 milioni e gli fa un contratto di 5 anni (scadenza giugno 2018). Si vede lontano un miglio che si tratta di un potenziale campione, deve solo maturare ed ogni calciatore ha tempi diversi per farlo. Il giocatore viene valutato prima da Montella e poi da Sousa e viene dato in prestito secco sia in Italia che all’estero. Anche Corvino il primo anno (con Sousa) lo da in prestito secco a poi nell’estate scorsa (con Pioli) lo da via in prestito con diritto di riscatto a 2.0 milioni. Il 30 giugno scorso il giocatore viene riscattato e oggi ha un valore di mercato di 50.0 milioni. Ma Corvino passa per furbone perché si è tenuto il 50% del valore di vendita. Quindi col furbone di Corvino la Fiorentina dovrebbe incassare 25.0 milioni CON UNA PERDITA NETTA DI 25.0 MILIONI. Mandatelo a casa perché è un incompetente.

  4. Rebic fa caaaaaaa!

  5. C’è anche un po’ di delusione Viola su questo mondiale, infatti stavamo trattando CR7, poi, visto la fine che ha fatto il Portogallo, abbiamo rinunciato e i gobbacci hanno preso i nostri scarti…..ahah!

  6. Esatto, mencucci ha detto che la percentuale è del 50%, e che tra l’altro il contratto lo ha fatto lui..comuqnue forza rebic fai una tripletta

  7. Lo so che Mencucci ha poca credibilità ma se ha detto il 50% e lo sa perché era presente, come mai chiunque scrive il 30%?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.