Questo sito contribuisce alla audience di

L’ALLENATORE CHE PIACE ALLA PROPRIETA’. UN MATRIMONIO DI LUNGA DURATA

Ogni volta che il presidente esecutivo della Fiorentina, Mario Cognigni,è chiamato a parlare di Stefano Pioli, le parole che utilizza suonano dolci alle orecchie dell’allenatore: “E’ una persona equilibrata e ci dispiace essere arrivati in contatto con lui solo da poco tempo, stiamo lavorando in sinergia. Non ci siamo ancora posti la possibilità di rinnovare il contratto, non dico sia una formalità ma è nostra intenzione continuare a collaborare con lui”. Questo è l’ultimo pensiero espresso da Cognigni nei confronti del tecnico e sappiamo benissimo quanto Cognigni sia collegato in prima persona con chi, nella Fiorentina, conta davvero: Diego Della Valle.

L’allenatore piace alla proprietà, c’è poco da dire. Piace per i suoi modi garbati, per il fatto che raramente va al di sopra delle righe e i più maligni aggiungono che piace perché non fa richieste esose sul mercato. Ma questa è apparenza, perché Pioli sa anche essere deciso quando serve. Un esempio su tutti? Dopo la sconfitta nettissima contro l’Inter alla prima giornata nella scorsa stagione, l’allenatore alzò la cornetta per chiedere rinforzi a gran voce e negli ultimi giorni di mercato qualcosa si mosse.

Detto questo, ci sono proprio tutte le basi per far continuare a lungo il matrimonio tra le parti. Il progetto tecnico va avanti e quest’anno qualcosa di interessante lo abbiamo già visto. Ora sarebbe importante che la Fiorentina (e il suo allenatore) potessero proseguire il lavoro impostato, lasciando intatto anche in futuro questo gruppo di ragazzi bravi e affamati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. Pioli ha commesso anche errori, tipo far giocare Chiesa tornante quasi tutto lo scorso anno, ma è allenatore “onesto”, nn vole fare lo scienziato e le sue formazioni hanno una logica calcistica. Probabilmente il treno per una carriera da allenatore top, lo ha perso dopo l’Inter e pertanto nn considera la Fiorentina una rampa di lancio.
    Sa di essere in una piazza appassionata e gli va bene una società che certo nn gli chiede di vincere.

  2. Pioli è perfetto per i DV allenatore che non si ribella e si è visto accetta tutto quello che gli passa il convento , diciamo che è n discreto allenatore ………………………….da squadre che la massima aspirazione è arrivare settimi o sesti …………………………..

  3. Certo uno Spalletti è più figo vero?Un chiacchierone mitomane. Poi? Ditemi chi? Ero perplesso anche io ma ricordatevi anche le cose buone che ha fatto e non soltanto gli esoneri che bene o male tutti hanno avuto. La squadra gioca molto bene tutto il resto non conta.

  4. Ciao I’ Polemiho, che vuol dire “non ha ambizione?” Che non fa acquistare giocatori che poi non potresti trattenere? Quelli che avevano ambizione, che fine hanno fatto? Non mi pare abbiano fatto meglio di quando erano qui.. E se ne sono andati sbattendo la porta 🚪. Secondo me lui vuol crescere, come tutti quelli che fanno questi mestiere, ma probabilmente vuol farlo un passo alla volta. Ad majora e SFV. 💜

  5. Io prima che arrivasse ero uno dei pochi a non volerlo..riconoscevo che era una brava persona e un uomo che faceva gruppo come pochi e non mi piaceva come tecnico..quest’anno con un gruppo di calciatori da lui approvato ho visto la FIORENTINA giocare quasi sempre bene e con una ottima organizzazione in tutti i reparti e mi sono in gran parte ricreduto sul valore di PIOLI..a metà campionato andrebbe fatta una valutazione sul suo operato che penso che sarà positivo e mi sembra giusta una sua conferma…FV

  6. Per l’amor del cielo. Brava persona pioli ci mancherebbe altro ma non c’ha un minimo d’ambizione con questo non si vincerà mai un tubo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.