Questo sito contribuisce alla audience di

L’altra faccia della medaglia: le rimonte fanno emozionare, ma meglio non prenderci l’abitudine

Quest’anno la Fiorentina ci ha abituato a rimonte straordinarie, gare pirotecniche piene di gol ed emozioni. Tutto bellissimo, senza dubbio, ma punteggi come quelli contro Sassuolo, Chievo, Inter e Atalanta in Coppa Italia nascondono anche un lato negativo. E parliamo ovviamente dei troppi gol subiti, di quelle disattenzioni difensive che a volte sono sembrate davvero clamorose e che sono costate care. Il merito della Fiorentina è senza dubbio quello di non aver mai mollato e di aver rimesso in piedi partite che sembravano veramente finite, tuttavia è consigliato non prenderci l’abitudine. Sarebbe senza dubbio meno emozionante, ma una vittoria di misura con zero o massimo una rete subita farebbe sicuramente più piacere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.