Questo sito contribuisce alla audience di

L’auspicio paradossale di Agnelli: “Vogliamo maggior equilibrio nel calcio europeo, c’è troppo gap economico”

Presidente della Juventus e dell’ECA, Andrea Agnelli ha parlato al World Football Summit di Madrid, auspicando un maggior equilibrio nel calcio europeo. Proprio lui che è presidente della squadra che ha vinto gli ultimi sette scudetti: “Stiamo lavorando all’introduzione della terza competizione Uefa. E’ stata voluta fortemente dalle società, al fine di avere maggiori possibilità di partecipare nelle coppe europee durante la stagione. Europa League? Si era parlato di allargare l’Europa League da 48 a 64 squadre mentre è meglio ridurla a 32 e creare un’altra competizione con lo stesso numero di squadre. Verrebbero coinvolti lo stesso numero di club ma con un trofeo internazionale in più da vincere e la possibilità di creare competizioni equilibrate che sono più interessanti e dove tutti possono crescere. Vogliamo maggiore equilibrio in questo fantastico sport, perché continui a rimanere lo sport più bello del mondo. Dobbiamo pensare a quale calcio vogliamo lasciare ai nostri figli. Negli anni ’70 e ’80, la Coppa dei Campioni veniva vinta da squadre come Ajax e Benfica. Adesso invece è complicato vederle ai vertici, a causa dell’enorme differenza economica con i club spagnoli, inglesi o tedeschi. Il calcio è cresciuto in maniera incredibile nell’ultimo decennio. Il fattore che fa maggiormente la differenza sono gli introiti dai diritti domestici. Ma un terzo degli introiti del calcio arriva dai 12 club più ricchi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Ardito Lesionato BiancoRosso

    Già.
    Questo qui lo scrivi Agnelli ma lo leggi Ezechiele Lupo.
    E In buona sostanza i club più ricchi emulato Superciuk : Rubano ai poveri per donare ai ricchi…cioè a se stessi.
    Va beh…è più o meno quello che hanno sempre fatto anche i governi e politicanti vari.
    Non c’è molta differenza di comportamenti.
    Forse siamo noi tifosi dei club meno ricchi che dovremmo essere meno pecoroni e ribellarci a questo stato di cose.
    Il fatto è che con la politica perlomeno hai una parvenza di poter cambiare le cose con il voto e a mandare a casa i ladroni, con il calcio no, decidono tutto loro.

  2. Pensa un po’zebra laida io lo vorrei in quello italiano….vorrei sapere quale diritto divino ti rende non schifosa la disparita’ di introiti nel nostro paese.eeehhh qualcuno all’estero ha lo stereotipo in capo e dice italiani mafiosi….

  3. È l’unica possibilità che ha per vincere la schenpion ligue ma lo stesso discorso vale anche per il campionato nazionale se da sette anni vince sempre la solita è chiaro che così il giochino non funziona più.

  4. 😂😂😂😂😂
    Se continua così ruba il lavoro a Checco Zalone

  5. Non è paradossale, loro vogliono diminuire il gap economico che c’è tra loro e società come Barcellona, real Madrid, PSG, man. Città che sono MOLTO più forti economicamente di loro.

  6. Ma guarda un po’, lo ha capito anche lui.Pero’ lui non ha capito una cosa,cioe’ il grande gap non dovrebbe esserci neanche tra squadre italiana,questo per evitare che a vincere siano sempre le stesse,a cominciare dalla sua.

  7. Come se il capo del cartello boliviano della droga dichiarasse: “Ora basta con questa cocaina e queste sostanze che uccidono e impoveriscono le persone. Mi auguro che tutti gli spacciatori e i trafficanti vengano messi in galera!”

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.