Questo sito contribuisce alla audience di

Le nostre PAGELLE: Chiesa magnifico protagonista. Mani o piedi, è disastro Lafont. Simeone grave errore

Lafont: 4,5 Si fida tanto, tantissimo, pure troppo, delle proprie doti coi piedi e commette almeno un paio di errori che potevano costare carissimo alla Fiorentina. Da comica un suo rinvio dal fondo direttamente in angolo. Menomale che ha potuto ricalciare perché la palla non era uscita dall’area di rigore. E con le mani non è tanto meglio, anzi. Sui gol può fare poco, ma una serata così non è normale per un portiere.
Milenkovic: 6 Ha un cliente mica da ridere come Perisic, al quale concede pochissimo. Purtroppo però la sua è la posizione chiave nel gol del 2-1 nerazzurro: rimane troppo basso e fuori linea, tenendo in gioco D’Ambrosio.
Pezzella: 6 Due sole volte in novanta minuti Icardi gli prende il tempo. Nella prima frazione gli taglia davanti, stile Insigne a Napoli, solo che l’argentino calcia addosso a Lafont. Nella seconda invece prende posizione e fa il dai e vai che manda in porta D’Ambrosio.
Vitor Hugo: 5 Quando un difensore viene affrontato nell’uno contro uno e si trova dentro l’area di rigore è sempre buona norma che si tenga le braccia dietro la schiena. In questo particolare sta l’ingenuità del brasiliano nel rigore concesso all’Inter. Detto questo ci vuole grande creatività (e ci fermiamo qui con le parole) per concedere un penalty come quello dato ai nerazzurri. Suo il principale errore in occasione del 2-1 dell’Inter, uscendo a vuoto e lasciando un grande spazio non coperto dai compagni per l’inserimento di D’Ambrosio.
Biraghi: 6 Mette una palla praticamente perfetta per Vlahovic allo scadere del match. Una prestazione accorta, ma c’è poca reattività nel chiudere lo spazio lasciato libero da Vitor Hugo nell’azione che determina la vittoria dell’Inter.
Benassi: 6,5 Bravo nel break su Nainggolan in uscita, nell’azione in cui arriva il pareggio momentaneo di Chiesa. La sua posizione e il suo pressing molto alto consentono alla Fiorentina di guadagnare metri. Vlahovic: SV.
Veretout: 6,5 Molto prezioso in contenimento e chiusura. Ci mette un po’ invece prima di trovare le giuste linee di passaggio.
Edimilson: 6 La sua è una prestazione in crescendo, nel senso che nella prima frazione pressa molto e bene, ma sbaglia troppo nel ripartire. Col passare del tempo comincia a limitare i propri errori con conseguente miglioramento della sua prestazione. Gerson: 5,5 Ingresso timido nella gara.
Chiesa: 8 Se il suo primo tempo è discreto, il secondo è semplicemente straordinario. Lotta contro tutto e tutti, compreso l’arbitro, che non punisce una pedata che gli rifila Asamoah (già ammonito) e lascia correre dopo un contatto in area tra Federico e Politano. Segna un gol in collaborazione con Skriniar, crea altre azioni pericolose.
Mirallas: 6 Ha qualità, specie col destro. Lo sfodera subito in apertura ma coglie il palo con un rasoterra sul quale Handanovic era già battuto. Da finto centravanti però svanisce dall’azione
Simeone: 5 Si divora una palla gol enorme sullo 0-0, quando si presenta davanti ad Handanovic e gli calcia addosso. Sempre anticipato, anche quando parte con un bel vantaggio sull’avversario diretto. Pjaca: 6 Parte forte e mette in difficoltà la retroguardia dell’Inter. Un quarto d’ora di furore…ma anche un quarto d’ora di torpore. Comunque apparso in crescita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

26 commenti

  1. Quando capirà Pioli che la difesa con Biraghi è scoperta a sinistra, specie se gioca con tre punte? Biraghi è nullo in difesa, può essere utile in partite casalinghe contro squadre chiuse da stanare coi suoi cross, ma in trasferta specie contro esterni bravi, fa troppi danni mancando in copertura, e mandando il povero Hugo in confusione, vedendosi sempre preso in mezzo tra due avversari. Il titolare dovrebbe essere Hancko, bravo in difesa e validissimo anche in spinta.

  2. Chi ha redatto le pagelle ha visto un’altra partita. Giusto solo il voto per Chiesa.
    Una grandissima partita con voti pesantemente penalizzanti per molti protagonisti. E poi pretendiamo che Mazzoleni ci rispetti quando poi veniamo massacrati in casa.

  3. Un pò troppo bassi i voti in generale! Senza Mazzoleni la partita sarebbe finita diversamente!

  4. Lafont uno dei migliori in campo. Forte nelle uscite in presa alta, lanci da 40 metri precisi sui nostri giocatori è riuscito a cavarsela nonostante gli passassero il pallone anche quando aveva due uomini addosso vicino la porta, sul secondo gol è riuscito a deviarla ma purtroppo il pallone è andato in porta. Ha solo sbagliato quando ha mandato la palla sul fondo, ma in partita ci sono tanti passaggi sbagliati e lui ne ha fatto solo uno. Voto 7.

  5. Vortex ho seguito con particolare attenzione BIRAGHI che è un giocatore che stimo..assente in fase offensiva e tutti i pericoli nel primo tempo arrivano dalla sua parte..immobile poi nel gol del 2-1 per l’Inter..sono due partite che è in confusione…FV

  6. Tifolamagliaviola

    Esagerato il voto negativo su Lafont, le pagelle devono esser equilibrate. Simeone, Biraghi e Vitor Hugo i peggiori, partitone di Chiesa, Mirella va a sprazzi ma é efficace, Pjaca buono, tutti buoni a centrocampo incluso Gerson … Rapinati a Milano, un film già visto, ci manca un rigore per noi e l’espulsione sacrosanta di Asamoah …. Se giocassero sempre cosi’ si potrebbe ambire a qualcosa

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.