Questo sito contribuisce alla audience di

Le nostre PAGELLE: Kalinic mette in crisi Gomez. Ilicic e Cristoforo non ci sono. Ma perché è stato tolto Chiesa?

Kalinic e Badelj esultano assieme. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Tatarusanu: 7 Sia Kucka, che Deulofeu gliela mettono a fil di palo dove non può arrivare. Tocca invece la conclusione forte e ravvicinata di Pasalic deviandola verso il palo. Nel secondo tempo è inoperoso fino a che non compie un mezzo miracolo su un tiro da due passi di Abate.
Sanchez: 5,5 Il suo mismatch con Deulofeu è di quelli che presentava dubbi già in partenza. Dubbi avvalorati da quanto visto in campo nel primo tempo. Poi lo spagnolo si toglie dal campo praticamente da solo e la vita gli migliora, ma è proprio lui a sbagliare l’occasione più nitida per il 2-2, con un piattone ravvicinato spedito incredibilmente alto.
Gonzalo: 6 Premesso che il gol di Deulofeu non nasce certo per un suo errore, ritarda leggermente l’intervento sul giocatore di proprietà del Barcellona, che a quel punto può piazzare la palla all’angolo. Una prestazione comunque positiva.
Astori: 6 Kucka gli prende la posizione sulla rete dell’1-0 e questo inficia indubbiamente la sua prova. Pecche anche della difesa a zona sui calci piazzati. Il resto della gara è su alti livelli.
Salcedo: 6 E’ la mossa a sorpresa di Sousa. Messo in un inedito ruolo di terzino sinistro riesce a contenere lo spauracchio Suso che era essenzialmente il suo compito. Tutto questo inevitabilmente a discapito della fase offensiva.
Chiesa: 6,5 La sua posizione ibrida tra il centro e la fascia mette in difficoltà la retroguardia del Milan. E non è un caso che sia lui a confezionare l’assist per la rete di Kalinic. Sembra sempre in grado di rifilare la stoccata vincente, ma Sousa decide di toglierlo. Tello: 5,5 Fa fatica ad entrare in gara. Un doppio passo fatto bene non giustifica di certo la scelta fatta dall’allenatore portoghese di farlo entrare al posto di un pimpante Chiesa.
Borja Valero: 5,5 Generosissimo, tocca tanti palloni e a tratti fa girare bene anche la squadra, specie nella prima mezz’ora. Ma la palla che perde sulla trequarti e che porta il Milan a segnare il gol-partita con Deulofeu è un’ingenuità che non è da lui.
Vecino: 6 Attivo dall’inizio alla fine, tira molto in porta, anche se gli manca la vera stoccata dalla distanza.
Cristoforo: 5 Si ritorna a quanto già detto nella trasferta di Mönchengladbach. Messo lì viene snaturato, perché è chiaro che non è un uomo di fascia. E allora si preoccupa solo di presidiare la zona, magari di raddoppiare Suso, ma alla fine non tocca palla. Badelj: 5,5 Non dà molto alla causa, né in termini di sostanza, né col palleggio.
Ilicic: 5 Anche la sua posizione che si incrocia con Chiesa, tra destra e centro, è potenzialmente una di quelle che possono esaltare le sue doti e gli lasciano anche lo spazio per calciare in porta. Però non c’è reazione da parte dello sloveno, non c’è inventiva e non c’è tiro in porta. Tolto davvero troppo tardi. Saponara: SV.
Kalinic: 7 Gomez ci capisce poco e non riesce a leggere i suoi movimenti, che sono tantissimi e molto pericolosi. Uno di questi produce un gol, un altro un intervento da cartellino più rosso che giallo proprio di Gomez. Senza Chiesa però gli arrivano molti meno palloni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

25 commenti

  1. Il 6 a Gonzalo ha una sola mamma, l’incompetenza.

  2. concordo con franko 48.

    in più ilicic da 4.
    Sousa da 3.
    Corvino da 1.
    Società assente da 0.

  3. Forzaviola, dì la verità… non hai visto la partita!?!

  4. ma vogliamo parlare dei disimpegni con i piedi di tata? ma un po’ di muretto no?

  5. vogliamo parlare anche un po’ di vecino? giocatore da 6-6,5….ma tra vecino,borja,badelj, Cristoforo, Sanchez,quanti gol ha fatto il ns centrocampo? ma una seconda punta vera quando si è in svantaggio no?

  6. Mi domando quando vi deciderete dare un 4 a Borja, se quel pallone perso nella trequarti lo avesse perso Tomovic oggi sui siti avremmo letto improperi e insulti a non finire.

  7. Io eccetto astori chiesa kalinic e tatarusanu … X me vige il 4 x tutti.
    Poi c’è chi è più o meno giustificato perché è stato messo fuori ruolo ma… Il voto x me non cambia.
    Detto questo un ottimo 4 se lo prende anche Sousa che ha rotto il ***** con le super cazzole (NON CENSURATE) e sbaglia di continuo formazione.
    Poi, visto che sono a dare giudizi di fine stagione (perché oggi si chiude il campionato e giovedì l’Europa) per me i grandi della valle insieme ai loro scagnozzetti non vanno + in su di un 3.
    Sono 1 milione di anni alla fiorentina, un delle famiglie italiane + ricche ma …. 2 partecipazioni alla Champions – semifinale di Europa league – 1 finale di coppa Italia … Ah già scusate, sono 4 anni che ci classificavano al 4-5 posto.
    Un successo avere questa gente dalla nostra parte.

  8. Giocare a San Siro una sfida decisiva con lo sloveno triste in queste condizioni è avvilente. Questo Milan era battibile

  9. Dopo il secondo gol del Milan non c’è stata alcuna reazione. Colpa del mister ma anche dei giocatori con la loro manovra lenta e prevedibile votata al tiki taka all’indietro. Sostanzialmente sono tutti insufficienti tranne tata kalinic e chiesa. I peggiori borja ilicic sanchez. Ma sousa conosce solo quel modulo? Non può cambiare qualcosa ogni tanto?

  10. Sto con Magico, squadra mediocre frutto dell’insulsaggine del bollito oste leccese, Ha preso bidoni in quantità industriale alcuni dei quali rispediti in fretta e furia al mittente ed altri in tribuna fissi. Una cosa imbarazzante che ci fa fare questi bei risultati. Il capo in testa oggi c’era e si sarà reso conto di questo scempio. Poi che il MIlan fosse addirittura peggiore non giustifica le nostre malefatte. Vedere scendere sul prato di S. Siro gente come Cristoforo, Salcedo, lo stesso Ilicic che da un anno non è più un giocatore di calcio (cammina per il campo come uno zombie) e se guardiamo la pamnchina con Tomovic (ah.ah,ah) Milic (ahio mamma) e Oliveira (non quello dei bei tempi ma la brutta copia) dove volevamo andare? Ormai la salvezz<a è conquistata (nostro obiettivo stagionale) facciamo scendere in campo i giovani che non avranno esperienza e perderanno puree loro ma almeno ci mettono passione e sanno tirare in porta. Questi bidoni non li vogliamo più vedere non sono degni della maglia viola

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.