Le nostre PAGELLE: Ribery, una meraviglia amara e con i giri del motore… contati. Pulgar pesca una gioia, Quarta invece non supera l’esame

Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com©

DRAGOWSKI: 6 Un primo tempo agrodolce, sfortunato fisicamente e incolpevole sul gol di Ibra. Fortunato invece sulla traversa dello svedese ma prima dell’intervallo sembra quasi farsi male da solo e deve lasciare il campo. 44’ Terracciano: 5,5 Brahim Diaz calcia da due passi, Calhanoglu però dal limite e sul diagonale non sembra propriamente reattivo. Così come sul palo su cross di Ibrahimovic, quando rischia di compromettere già la partita: non la sua miglior giornata.

MILENKOVIC: 5 Quando il pallone arriva dalle sue parti, purtroppo, i brividi mancano di rado. E’ lui a tenere per altro in gioco Ibra sull’azione della traversa e in generale il duello con lo svedese lo vede sconfitto. La solidità difensiva è un’altra cosa.

MARTINEZ QUARTA: 5 Prima volta da terzino destro autentico ed esame non superato per l’ex River. Sul gol del primo svantaggio è lui a rimanere troppo arretrato e ad attivare Ibrahimovic, al tempo stesso non risponde con la consueta esuberanza nella metà campo avversaria. Piccola battuta d’arresto. 79’ Callejon: s.v.

PEZZELLA: 5,5 Ibra è un bruttissimo cliente e sulla prima rete paga l’astuzia dello svedese, che lo sposta abilmente: se si fosse lasciato cadere chissà come sarebbe andata… Poi però sfiora un gol “alla Mancini”, col tacco, ed è sfortunatissimo.

CACERES: 6 Il più agile della linea difensiva, salva in acrobazia dopo una traversa di Ibra e sfiora anche il gol in apertura. Litiga e sgomita con Dalot e lo stesso Ibrahimovic, nel calo generale l’uruguaiano è quello che sparisce meno degli altri.

PULGAR: 6 Dopo mesi di agonia calcistica, arriva una gran giocata ed un gol su punizione che alla Fiorentina mancava dallo scorso luglio. L’apporto alla manovra viola è ancora troppo poco continuativo ma l’impatto sulla partita è innegabile. 79’ Kouame: s.v.

BONAVENTURA: 5,5 Una partita a due volti ma con la lotta come trait d’union dei suoi 90 minuti. Bravo ad adattarsi quasi più da lottatore che rifinitore ma sembra finire la benzina troppo presto. Resta un volto positivo della Fiorentina di oggi, anche da mezzala meno offensiva.

CASTROVILLI: 5,5 Di merito ha quello di prendersi il fallo da cui nasce il gol del pareggio. Poi poco altro. E’ il più opaco del centrocampo viola, prova qualche percussione ma finisce troppo spesso per sbattere su Dalot. Non un bel biglietto da visita sotto agli occhi del ct Mancini. 77’ Venuti: 6 Entra per difendere almeno il pareggio e il Milan segna subito ma non per colpa sua. Ci mette la grinta ma alla Fiorentina serviva altro a quel punto.

EYSSERIC: 6 La marcatura non è il suo e sul tocco di punta di Brahim Diaz resta un po’ sorpreso ma è l’unica sbavatura vera della sua gara. Ottimo soprattutto nel recupero palla, pimpante anche nel gestire il pallone e scambiarlo con Ribery e Vlahovic: un’arma che può diventare molto utile in questo finale di stagione.

RIBERY: 7 Un diesel vero e proprio, protagonista nel buon giro palla della Fiorentina nel primo tempo e nella ripresa trova il suo primo gol al ‘Franchi’. Un gol amaro perché non porta punti alla sua squadra ed un peccato che i giri del motore calino a metà ripresa. Nel primo tempo chiede senza fortuna un rigore ma Guida non lo accontenta… qualche dubbio resta.

VLAHOVIC: 5,5 Va molto a folate, dialoga con una padronanza che a inizio anno non aveva ma Tomori è un osso durissimo e il numero 9 viola riesce a liberarsene solo una volta e da lì nasce la punizione del pari. Nella ripresa sembra prendere campo, trova l’assist per Ribery ma poi si spegne insieme ai compagni alla distanza.

Guarda i commenti (19)

  • Voto Prandelli: 4 come sempre.Pezzella deve stare fuori come Biraghi e Quarta deve giocare nel suo ruolo,Castrovilli gioca sempre fuori ruolo,in mezzo al campo devono sempre giocare Amrabat e Pulgar e Kouame e' da serie C.

  • Anche troppo visto che il centrocampo era composto da 3 trequartisti su 4..grazie al mercato di prade

  • al cambio di venuti ho detto e scritto questa la perdiamo.
    ci volevano callejon x esseryc (non malvagio) e amrabat x castro.
    ancora non mi capacito che non abbia fatto entrare amrabat x contrastare bennancer.
    Pioli l'ha vinta con i cambi, noi l'abbiamo persa con i cambi.
    non avremo la rosa del milan, ma ieri Prandelli l'ha letta (nuovamente) male e ogni volta che fa un cambio difensivo la perdiamo. Meglio perdere rischiando, che perdere cercando di difenderci, tanto non siamo capaci..

    Considerazione finale, Malquit ieri era indisponibile?

  • noi se giochiamo contro una squadra che ha giocato la sera prima.... riusciamo ad essere più stanchi . Misteri della fede.

  • Dopo una partita persa mi chiedo come si può dare delle sufficienze , passi per Ribery , ma il resto è penoso il centrocampo del Milan che aveva giocato giovedì c’ha surclassato e poi sarebbe l’ora di dare il ben servito a Prandelli gente se si tiene ancora questo si va in B.

  • Perchè le nostre partite durano 60'? Redazione cerchiamo di analizzare. La paura non è la giustificazione. Carenza di allenamento?
    Lassismo professionale? Distrazioni contrattuali? Posizioni e mansioni sbagliate in campo che portano dopo un po' anche ad un affaticamento?
    2 su tutti Castrovilli e Biraghi, i loro problemi non li conosciamo, ma le conseguenze si.

  • Prandelli purtroppo, troppo emotivo, non sa leggere piu' le partite.
    Sul 2 a 1, doveva inserire Amrabat per contrastare Bennacer .
    E poi e' inutile inserire Kouame, e' meglio un attaccante della Primavera.
    Inoltre ieri ci ha tradito anche Terracciano.

  • Serie B sicura se non faremo almeno sei punti nelle prossime 4 partite.Ogni volta che ce la giochiamo regolarmente perdiamo.Napoli non ha insegnato niente.La squadra e' stata costruita male e neanche Guardiola farebbe meglio.Un viaggio a Lourdes e' l'unica soluzione

  • Il 6 a Caceres non si puo' vedere : con la stessa partita (nella quale peraltro non viene detto neanche che il contributo in fase offensiva non si e' limitato all'azione iniziale ma e' stato per tutta la partita) i suoi compagni avrebbero preso ben altro voto. Non basta certo che sia il voto piu' alto della difesa : se uno non sbaglia niente ed e' il migliore del reparto non puo' prendere 6. Ma questa regola evidente chi ha fatto le pagelle non la applica a Caceres.

  • Mi sembrano fin troppo condizionate dal risultato. Chiaro che qualcosa perdi in fase difensiva giocando così ma dall'altra te la sei giocata e potevamo anche vincerla. Peccato gli episodi. Bene Eysseric, Ribery a parte le due inutili sceneggiate del primo tempo che erano due occasioni, Vlahovic nonostante difficili clienti ha fatto il suo, benino Jack e Pulgar, Castrovilli solo qualche sprazzo. Non bene solo Quarta che cmq ha cambiato sempre ruolo, ma nonostante non sia andato bene oggi quel ruolo lo può fare secondo me.

  • Chi ha fatto queste pagelle capisce poco di calcio questo è poco ma sicuro, un altra considerazione la voglio fare per chi sostiene che Terracciano è meglio di Dragowsky veramente assurda

  • Paggelle un po bassine. Insomma non si meritava di perdere. quarta era fuori ruolo : bisogna considerare questa cosa. Altri voti troppo bassi. Sono d accordo con Antognoni. Rimane però la certezze che la campagna acquisti estiva e invernale è FALLIMENTARE!!!

  • i giocatori vanno impiegati nei ruoli dove si esprimono meglio non a caso

  • Quarta fronteggiava...Hernandez. Quello che è mancato all'appello è Castrovilli

  • Ma come si fa a dare 5 a milenkovic. Assurdo ė stato tra i migliori.

  • Faccio fatica a pensare di uscire con qualche punto nelle prossime 6 partite..
    La fiorentina è una squadra debole
    Con una difesa ridicola.
    Con un allenatore da oratorio nel vero senso del termine..
    Lenta..prevedibile..contro un modesto milan..
    Dopo una settimana di inaccettabili elogi per aver battuto il Benevento!
    La salvezza è tutt altro che cosa fatta e soprattutto non dipenderà dalla fiorentina..ma dalle altre squadre coinvolte

  • : contro il parma in casa si vinceva, alla fine se pareggiato per un loro autogol. contro il Milan in casa si vinceva a quindici minuti finali circa, e addirittura se perso. noi non si vince neanche pregando. bisogna sperare che le squadre sotto fanno peggio di noi per salvarsi. comunque a Ribery bisogna rinnovare il contratto anche il prossimo campionato con sforzo economico, altrimenti se si sbaglia il calciomercato estivo come sempre anche quest'anno, buonanotte :

Articoli correlati